Roma, 23 nov – “L’asterisco è bruttura che uccide l’italiano e la cultura“. E’ quanto scritto dai militanti del Blocco Studentesco sullo striscione affisso nella notte sulla facciata del Liceo classico Cavour di Torino. Un chiaro riferimento alla scelta dell’istituto di adottare l’asterisco – al posto della forma di genere – nelle comunicazioni interne ed esterne.



Blocco Studentesco: “Asterisco? Orribile stortura della lingua”

“Il fatto che una scuola in quanto istituzione abbia deciso di adottare questa orribile stortura della lingua come standard comunicativo è aberrante. Ma il tutto peggiora ulteriormente se consideriamo che si parla di uno dei più antichi Licei Classici del capoluogo piemontese”, si legge nella nota del Blocco Studentesco. “Questa moda di evitare l’utilizzo di un genere non è certo simbolo di progresso ma piuttosto un imbarbarimento della lingua più bella del mondo. La lingua della Nazione che ha dato i natali ai grandi poeti e filosofi, viene deturpata – scrive ancora il Blocco Studentesco – per compiacere l’assurda visione di qualche sedicente minoranza e dei soliti radical chic che stanno affossando l’istruzione italiana”.

“Ci siamo sempre impegnati e ci impegneremo con tutti i mezzi a nostra disposizione – conclude il il movimento studentesco – per fermare questa imposizione che nulla ha a che vedere con il rispetto delle persone e, forse, sarebbe ora che accademici ed istituzioni si schierassero a favore dell’italiano piuttosto che del politicamente corrett*, o meglio del politicamente sgrammaticato”.

Uno schiaffo alla grammatica italiana

L’adozione dell’asterisco era stata decisa a maggio scorso dal Consiglio d’Istituto del liceo torinese, su proposta di una professoressa. “C’è una grande sensibilità verso questi temi e la risposta è stata estremamente positiva”, ha dichiarato il preside Vincenzo Scalone. “Abbiamo formalizzato all’interno di un regolamento quello che loro vivono nella quotidianità. La nostra Costituzione vieta le discriminazioni, incluse quelle sul sesso. Non abbiamo fatto niente di rivoluzionario, se non dare attuazione al trattato costituzionale nelle nostre normative interne”. Cercansi insensati asterischi nella Costituzione italiana. Nel frattempo avanti con gli schiaffi alla grammatica italiana in preda alla sindrome del “fluido” informe.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Asterix: è il protagonista della serie, un guerriero di piccola statura astuto e coraggioso.
    Obelix: grande amico di Asterix di cui è l’inseparabile amico
    Idefix: è il cane di Obelix,
    Panoramix: è il druido del villaggio la sua specialità è una pozione magica che dona una temporanea forza sovrumana a colui che la beve;

  2. Per reazione potremmo iniziare a scrivere le lettere finali in maiuscolo. La maiuscola finale potrebbe diventare il simbolo anti-asterisco.

Commenta