Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 16 apr – Bollettino quotidiano della Protezione Civile sull’emergenza coronavirus. In Italia sono 106.607 i malati di coronavirus. Rispetto a ieri c’è stato un incremento di 1.189. Ieri era stato di 1.127. Le vittime sono complessivamente 22.170 le vittime, ovvero 525 più di ieri, quando era stato registrato un aumento di 578. Diminuiscono i ricoveri in terapia intensiva dove ad oggi si trovano 2.936 pazienti, ovvero 143 in meno rispetto alla giornata di ieri. E’ la prima volta dal 20 marzo che i ricoveri in terapia intensiva sono scesi sotto tremila.



Dei 106.607 malati in Italia: 26.893 sono ricoverati in ospedale con sintomi, 750 in meno rispetto alla giornata di ieri. Mentre sono 76.778 le persone in isolamento domiciliare. In aumento le persone guarite: 40.164 in totale. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 2.072 guariti in più rispetto a ieri, quando l’aumento era stato di 962. Oggi si è poi segnato il record di tamponi effettuati in 24 ore: 60.999.

Black Brain

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, ha fatto notare che assistiamo a un trend in calo. “Come stiamo vedendo ormai da alcuni giorni siamo in un trend discendente, con le curve dei contagiati, ricoverati e deceduti che hanno come sappiamo uno sfalsamento temporale”, ha dichiarato Brusaferro.

Sileri: “Vaccino obbligatorio”

Il viceministro della Sanità, Pierpaolo Sileri, ha dichiarato a Radio Cusano Tv Italia, di non avere dubbi sul fatto che il futuro vaccino contro il coronavirus “debba essere obbligatorio. Una volta che saranno garantite efficacia e sicurezza del vaccino – ha detto Sileri – dovremmo avere una copertura tale per non far più contagiare nessuno”.

Il viceministro ha precisato poi che anche nella fase 2 l’uso della mascherina “sarà fondamentale” e quindi “credo debba essere fornita dallo Stato e il prezzo debba essere non solo calmierato, ma direi un prezzo fisso”. Sileri ha specificato che “ora abbiamo iniziato una produzione anche in Italia quindi il numero di mascherine è crescente” ma deve esserci anche un “aumento della distribuzione”.

Lombardia, altri 231 morti

Dati ancora non del tutto confortanti nella regione italiana più colpita dal coronavirus. In Lombardia oggi sono stati registrati 941 casi e 231 decessi. Mentre ieri erano stati registrati 827 nuovi positivi e 235 vittime. Complessivamente, dall’inizio della pandemia, in Lombardia sono 63.094 positivi e 11.608 i morti. Diminuiscono però i ricoveri in terapia intensiva: 42 in meno rispetto a ieri. Calano in generale le persone ricoverate in ospedale: -687. I dati sono stati forniti, nella consueta diretta Facebook della Regione, dal vicepresidente lombardo, Fabrizio Sala.

Particolarmente drammatico è però un altro dato, quello dei medici morti. La Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), ha infatti reso noto che ad oggi sono state confermate 127 vittime. Tra queste vi sono medici in attività, pensionati e medici pensionati richiamati in attività proprio per contrastare la pandemia.

Alessandro Della Guglia

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Altri 525 decessi annunciati, non si sa se per il coronavirus o con il coronavirus.
    Se ho il raffreddore e muoio per infarto, che c’entra il raffreddore ?

Commenta