Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 mar – Non si ferma la corsa dell’epidemia di coronavirus, che anche oggi fa registrare una crescita record: sono 2795 i contagiati in più (erano 2116 ieri e 2249 due giorni fa) che fanno schizzare il numero complessivo a 17750. A fare la parte del leone è sempre la regione Lombardia, con 11685 casi (1865 in più). Questi i dati appena diffusi dal dipartimento della Protezione civile presso la presidenza del Consiglio.

Coronavirus: quasi 1500 decessi

Sale ancora il numero dei decessi: i numeri odierni parlano di 175 morti in più, per un totale di 1441 vittime. Se confermato, sarebbe la crescita più contenuta degli ultimi giorni (250 ieri, 189 due giorni fa). Un piccolo segnale incoraggiante anche se permangono enormi criticità: sono 1518 (poco più del 10% del totale dei positivi) i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, mentre altri 7680 rimangono in isolamento domiciliare. Sempre con riferimento alla giornata odierna, si registrano 547 guariti per un totale di 1966 dall’inizio dell’emergenza.

Borrelli: “Emergenza importante”

“Si tratta di una grave pandemia – ha spiegato il capo dipartimento Angelo Borrelli – di fronte alla quale le misure richieste sono importanti. L’emergenza resta importante e da fronteggiare con il massimo livello di coesione”.

“Anche con una lieve sintomatologia l’indicazione è quella di rimanere in casa – gli ha fatto eco, lanciando un appello alla popolazione, Paolo D’Ancona dell’Istituto Superiore di Sanità – e non uscire neanche per fare la spesa, consultando subito il proprio medico perché potrebbe anche solo trattarsi di una febbre che passa in pochi giorni”.

Nicola Mattei

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta