Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 mag – Il bollettino odierno della Protezione Civile fotografa la costante decrescita dell’epidemia, anche se oggi purtroppo i decessi in Italia sono più di ieri e tornano sopra quota 100. Di fatto in quasi tutte le regioni si registra un sensibile calo dei casi, ma resta il problema della Lombardia dove la flessione è decisamente più lenta. Non a caso nella regione italiana maggiormente colpita dal coronavirus sono stati confermati oggi quasi il 60% dei nuovi contagi. Per l’esattezza, in Italia nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 813 tamponi positivi, dei quali 462 in Lombardia.

Nelle altre regioni più colpite, questi i numeri: 108 positivi in Piemonte, 66 in Liguria, 47 in Emilia Romagna, 47 in Veneto e 20 nel Lazio. In ben 12 regioni italiane sono invece meno di 10 i nuovi positivi e non si registrano vittime in 6 regioni: Campania, Sardegna, Val d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata. Oltre alla provincia di Bolzano.

Vediamo tutti i dati forniti oggi dalla Protezione Civile.

Morti: oggi sono stati confermati 162 decessi, ieri erano stati 99. In totale dall’inizio dell’epidemia in Italia sono morte 32.169 persone.

Guariti: prosegue spedito l’aumento dei guariti, che hanno raggiunto quota 129.401. Oggi l’aumento è stato di 2.075 unità, mentre ieri era stato di 2.150.

Ricoverati: in calo anche oggi i pazienti in terapia intensiva, dove oggi si trovano 716 persone (-33 rispetto a ieri). Con sintomi sono ricoverati 9.991 pazienti e anche in questo caso si registra un calo: -216 rispetto a ieri. In isolamento domiciliare ci sono invece 54.422 persone, -1175 rispetto alla giornata di ieri.

Malati: anche oggi cala il numero delle persone attualmente positive. Un calo che oggi è stato di 1.424 unità, ieri di 1.798. I nuovi contagi, come detto, oggi sono stati 813. Ieri erano stati 451.

Come sempre però i dati vanno analizzati considerando il rapporto tra tamponi effettuati e casi individuati. Oggi sono stati effettuati quasi il doppio dei tamponi rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore, per l’esattezza, ne sono stati fatti 63.158. Ieri 36.406. Il rapporto è di 1 malato ogni 77,7 tamponi effettuati, pari all’1,3%.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Quindi questa influenza stagionale se ne stà andando come tutte le altre.Anche le altre facevano migliaia e decine di migliaia di morti, come sempre quasi esclusivamente in soggetti con 1 o piu’ malattie e quindi sostanzialmente immunodepressi.Anche gli altri anni si avevano migliaia di persone che avevano sviluppato anticorpi, cioè erano state esposte senza alcuna conseguenza al virus.Niente di nuovo quest’ anno tranne il clima di terrore abilmente generato dalle elites occulte che creano in forma privata il denaro con cui ci sottomettono.Questo psicodramma con molti italiani pavidi e spaventati gli è ben servito per incarcerarci ed indebitarci al fine di renderci per sempre loro schiavi, grazie alla complicità dei tanti burattini locali .Ci proveranno di nuovo anche il prossimo inverno con la solita influenza ad incarcerarci per schiacciarci definitivamente

Commenta