Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 15 mar – I dati della Protezione Civile di oggi raccontano di 369 nuovi guariti in più, il che fa salire il totale dei guariti a 2.335. I nuovi contagi sono 3.590, facendo salire il numero a 24.747 in totale. Le vittime in totale ad oggi sono 1.809, più 368 rispetto a ieri. Le persone in terapia intensiva sono 1.672. I soggetti positivi sono 20.603: il numero sale a 24.747 se nella cifra si aggiungono i morti e i guariti.

I pazienti trasferiti e il numero dei volontari

Nella conferenza stampa della Protezione civile con  il dott. Brusaferro viene reso noto che il totale complessivo dei pazienti trasferiti dalla Lombardia ad altre regioni è di 40. Ci sono ad operare per l’emergenza coronavirus 3.385 volontari, a cui si sommano le forze di polizia, le forze armate, gli uomini della Protezione civile e i sanitari.

Tende per Triage e Dpi

Ci sono 7 nuove tende per il pre Triage, per un tot di 548. Vi sono 3 tende pre triage davanti ad altrettanti istituti penitenziari. La Protezione civile ha messo a disposizione 11 milioni di Dpi – mascherine, occhiali, guanti, tute monouso e pianifica di distribuire doman 2 milioni di mascherine chirurgiche domani e 330mila mascherine di tipo Ffp2. Borrelli fa un ulteriore richiamo alle regole e quindi all’uscire soltanto per esigenze lavorative, esigenze relative a cure mediche, alla spesa, in breve il limitare al massimo i viaggi e le uscite fuori dalle abitazioni.

Ulteriori informazioni nel bollettino di martedì

Brusaferro rende noto che per quanto riguarda l’aderenza alle previsioni sui contagi e l’età media dei pazienti in terapia intensiva da coronavirus vi saranno maggiori dati nel bollettino di martedì avremo analisi più puntuali. In tale bollettino sarà possibile anche capire meglio le ragioni dietro l’aumento dei decessi.

La questione dell’ospedale presso la Fiera di Milano

Sulla questione della richiesta del governatore Fontana di realizzare un ospedale per i pazienti da Covid-19 nei locali della Fiera di Milano, Borrelli ribadisce che le difficoltà rappresentate dalla Protezione Civile erano relative ad apparecchiature e personale: “Oggi abbiamo risolto. Ci sarà un Consiglio dei ministri che varerà un decreto legge per il potenziamento personale sanitario. Per quanto riguarda le apparecchiature lavoriamo per fornire alla Lombardia e alle altre regioni i ventilatori per terapia intensiva- Si sta tenendo una riunione sull’ospedale da realizzare in Fiera in questi momenti”.

Ilaria Paoletti

10 Commenti

  1. In televisione i professori del ministero ci hanno insegnato che le mascherine non servivano a niente !
    Ora abbiamo capito il perchè non servivano : perchè non ce ne erano !!!!!
    Se fin dall’inizio si obbligava tutti a uscire con le mascherine fornite dai presidi sanitari non ci sarebbero stati tutti questi morti e questi contagiati. Questa Italia è veramente una vergogna !

  2. Perché ogni giorno la Protezione Civile fa una conferenza-stampa, sempre molto affollata, per fornire soltanto sterili numeri? Non è possibile che questi ineffabili funzionari mandino alle redazioni delle veline o dei brevi video, senza che i giornalisti siano costretti a lavorare gomito a gomito? Oppure i miei colleghi italiani sono immuni al Coronavirus? In ogni caso, il messaggio che la Protezione civile fa passare è estremamente negativo, ed è un pessimo esempio per le persone “invitate a restare in casa”.

Commenta