Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 giu – Il coronavirus continua a indietreggiare e in Italia diminuiscono sempre di più i malati e le persone ricoverate in terapia intensiva. Cala anche il numero di morti, per quanto purtroppo anche oggi ne sono stati confermati 55. Nessun decesso in otto regioni: Piemonte, Valle d’Aosta, Marche, Umbria, Calabria, Basilicata, Sardegna e Molise. Mentre i nuovi contagi sono 318, di questi più della metà sono stati rilevati in Lombardia: 187 nuovi positivi, pari al 58,8% del totale. Nelle altre regioni maggiormente colpite dal virus: 57 nuovi casi in Piemonte, 19 in Emilia Romagna, 15 in Liguria. Ben 8 regioni non hanno fatto registrare nuovi contagi: Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Molise, Umbria, Basilicata, Calabria, Puglia e Sardegna.

Tutti i dati di oggi

Morti: nelle ultime 24 ore i decessi come detto sono 55, ieri le vittime erano state 60. In totale in Italia sono morte 33.530 persone dall’inizio dell’epidemia.

Guariti: ancora in aumento i guariti. Nelle ultime 24 ore sono 1.737 le persone guarite dal coronavirus, l’incremento di ieri era stato di 848. In totale in Italia sono guarite 160.092 persone.

Ricoverati: ancora in calo come detto le persone ricoverate in terapia intensiva, dove oggi si trovano 408 pazienti, 16 in meno rispetto alla giornata di ieri. Ricoverati con sintomi ci sono 5.916 pazienti, 183 meno di ieri, Mentre in isolamento domiciliare si trovano ancora 33.569 persone: -1.275 rispetto alla giornata di ieri.

Malati: in calo anche le persone attualmente positive. Oggi il calo è stato di 1.474 unità, mentre ieri era stato di 708. I nuovi contagi, come detto, sono 318: ieri erano stati 178.

Come al solito questi ultimi dati devono essere considerati analizzando il rapporto tra tamponi effettuati e casi individuati. Oggi sono stati effettuati molti più tamponi rispetto a ieri e questo dunque spiega l’aumento dei contagi rilevati. Nelle ultime 24 ore per l’esattezza sono stati fatti 52.129 tamponi, ieri 31.394. Il rapporto tra tamponi effettuati e casi individuati è di 1 malato ogni 164 tamponi: 0,6%.

Alessandro Della Guglia

1 commento

Commenta