Il Primato Nazionale mensile in edicola

Lecce, 16 nov – Un’altra raccapricciante vicenda legata all’immigrazione. Protagonista in negativo del fatto è un cittadino nigeriano residente in un comune nella provincia di Lecce, indagato perché avrebbe obbligato la convivente salentina a partecipare a delle orge con alcuni conoscenti extracomunitari. Gli incontri avvenivano più volte ogni mese, e se la vittima si rifiutava di prendervi parte, veniva selvaggiamente pestata dal compagno.  

Dopo la denuncia della donna è ora indagato con le accuse di violenza sessuale aggravata «perché commesso da soggetto legato da relazione affettiva con la vittima» secondo quanto riportato in un avviso di conclusione a firma del pubblico ministero Maria Rosaria Micucci (attualmente in servizio presso la Procura generale). Lo riporta Corrieresalentino.it.

Dalle indagini condotte dalla polizia è emerso che la donna viveva in una condizione di schiavitù fisica e mentale essendo obbligata a soddisfare ogni più bassa perversione del partner. L’inferno è durato tre mesi, da marzo a giugno dello scorso anno. Durante questi mesi da incubo la vittima era costretta dal compagno a partecipare a orge che vedevano la presenza di 4-5 immigrati per volta. Ogni qual volta cercava di ribellarsi alla disgustosa imposizione, l’uomo la sottoponeva a sevizie. Gli episodi si sarebbero ripetuti per cinque volte prima che la donna, esasperata, decidesse di non voler più sottostare alle perversioni del nigeriano e di recarsi dalle autorità per sporgere denuncia.

Ad ogni modo questi episodi non rappresentavano altro che la punta dell’iceberg. Nei mesi scorsi l’immigrato era stato condannato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia aggravati. Botte e mani strette intorno al collo, e la minaccia di tornare in Africa con la figlioletta che aveva avuto dalla relazione se la compagna non avesse trovato un lavoro stabile. Un inferno finito quando la donna è riuscita a trasferirsi in un centro antiviolenza.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. cosi impara ad accoppiarsi col negro. doveva capirlo prima. ci sono tanti precedenti simili. forse era attratta da quello che i luoghi comuni dicono dei negri. ciao

  2. mariti e buoi dei paesi tuoi.

    ah,già…
    a forza di pretese,leggi e diritti a senso unico avete distrutto il matrimonio,quindi
    uomini italiani disposti ad “ottemperare” non ne trovate,vero?

    beh,questo avete voluto e questo avrete.
    ma sicuramente troverete mille altri migliori,di noi…
    questo nigeriano è un bell’esempio.

Commenta