Il Primato Nazionale mensile in edicola

Oslo, 4 feb  – Una “bambina migrante” è stata fermata al confine tra Danimarca e Svezia. In realtà, l’immigrata era una donna sessantenne che aveva evidentemente mentito sulla sua età per poter visitare la madre.

L’immigrata finta “bambina”

L’immigrata sessantenne, che vive al confine con la Danimarca, aveva affermato di essere una bambina in modo da poter aggirare i severi controlli alle frontiere svedesi. In base alle attuali restrizioni sul coronavirus, i viaggiatori con passaporto straniero possono entrare in Svezia solo per motivi particolari: i minori di 18 anni in visita ai loro genitori possono transitare liberamente.

“Le ho dovuto spiegare che non è una bambina”

La donna sulla sessantina ha tentato di sfruttare questa scappatoia quando è arrivata al confine del ponte di Öresund vicino a Malmö, ma senza successo. Linnea Lokind, una poliziotta di frontiera, ha fermato la donna ed è stata costretta a “rivelarle” che in realtà aveva più di 40 anni. “Ho dovuto spiegarle che ha smesso di essere una bambina quando ha compiuto 18 anni”, ha ironizzato la Lokind intervistata dall’emittente svedese SVT.

Confusione ai confini di Danimarca, Svezia, Norvegia

La Svezia ha imposto rigide regole di confine per la Norvegia e la Danimarca, dove il ceppo di coronavirus del Regno Unito è già stato rilevato: le persone che possono entrare nel Paese solo per motivi particolari, come problemi familiari urgenti. Ai bambini che visitano i loro genitori è consentito il passaggio. Le regole hanno creato un po’ confusione alle persone che vivono in Norvegia e Danimarca ma lavorano in Svezia, che affermano di dover affrontare molti fasitidi quando cercano di attraversare il confine. La polizia di frontiera svedese ha allontanato più di 8.000 persone dal confine tra Svezia e Danimarca dall’inizio dei controlli alle frontiere il 22 dicembre. “La gente viene qui e cerca di dare la propria interpretazione della legge”, ha detto Mats Berggren, capo delle operazioni di polizia di frontiera al ponte di Öresund. Una cosa è certa, però: quasi tutti sono sicuri della propria età.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta