Napoli, 5 nov – Indagato anche il governatore dem della Campania Vincenzo De Luca nell’ambito dell’inchiesta della procura di Salerno sui presunti appalti truccati e i rapporti tra amministrazione comunale e cooperative sociali. Secondo quanto apprende l’Adnkronos, a De Luca è stato notificato questa mattina un avviso di proroga delle indagini. Al momento non v’è conferma ufficiale della procura. Ma a darne conferma è lo staff del governatore. A quanto pare stamattina intorno alle 9 la mobile avrebbe notificato un avviso di proroga delle indagini per un presunto caso di corruzione elettorale. Stralcio dell’inchiesta madre sullo scandalo delle coop.



Lo scoop di Giletti: “De Luca indagato a Salerno”

A darne notizia per primo è stato Massimo Giletti, con un video pubblicato dal Corriere. Per l’inchiesta è già stato arrestato il fedelissimo di De Luca, il consigliere regionale Nino Savastano (con il governatore Pd fin dai tempi del Pci). Ai domiciliari anche Luca Caselli, dirigente del settore ambiente del Comune di Salerno. In carcere, invece, è finito Fiorenzo Zoccola, presidente di una cooperativa sociale nonché gestore di fatto di diverse altre cooperative che avevano in gestione la manutenzione ordinaria e conservativa del patrimonio dell’amministrazione comunale.

Corruzione elettorale, le dichiarazioni di Zoccola

De Luca sarebbe indagato nell’ambito di un presunto caso di corruzione elettorale. Circostanza confermata, come riporta Il Mattino, anche da Zoccola in due interrogatori. L’imprenditore avrebbe ricevuto indicazioni di voto dal governatore. Nonché di aver avuto rassicurazioni da De Luca in merito allo sblocco di una delibera che gli interessava molto da vicino. De Luca per ora non commenta la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati Dal canto suo il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli è sotto assedio da parte dei lavoratori delle coop, perché le indagini in corso hanno bloccato tutte le attività.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta