Il Primato Nazionale mensile in edicola

mogheriniRoma, 23 mar – L’Occidente sa essere cattivo, ovviamente sempre nella direzione sbagliata. Sa fare le guerre, che poi gli si ritorcono inevitabilmente contro. Sa uccidere la gente, in genere dei poveracci. Sa scendere a patti con i guerriglieri, solo che sceglie sempre canaglie e tagliagole. La sua società civile, invece, non sa fare neanche questo. Il messaggio di debolezza e sfaldamento che manda al mondo in occasione di attentati come quelli di Bruxelles è costernante. Anzi, non è nemmeno l’Occidente, è L’Europa, o quel che ne resta. La reazione tipicamente americana, infatti, è diversa, è orgogliosa e rabbiosa (senza stare adesso a esaminare cosa c’è che non va in quella rabbia e in quell’orgoglio). L’Europa no, ama pascersi nella sua “superiorità morale” e ritiene che reagire agli attacchi come hippy stanchi possa lanciare davvero un messaggio di riscossa.

Dopo l’orgia di retorica che ci ha travolto dopo Parigi, ora ci tocca sorbirci i gessetti colorati della Grand Place. Se non bastasse l’accoppiata delle parole “terrorismo – gessetti” a dire già tutto, ci sarebbe anche il contenutosalafiste di questi messaggi da esaminare. La maggior parte dicono “no all’odio”. Condannano il terrorismo, certo, ma anche il razzismo. Uno addirittura scrive: “Sono salafita, non terrorista”. Come se il salafismo fosse un’angelica presa di posizione tra le tante.

E la Mogherini? L’Alto rappresentante per la politica estera dell’Ue, ieri in Giordania, non è riuscita a trattenere il pianto commentando la strage nella capitale belga. Si può dire che siamo esseri umani e che ciascuno di noi, davanti a una mattanza simile, avrebbe fatto lo stesso al suo posto. Vero. Ma evidentemente ciascuno di noi non deve stare in quel posto, allora, così come non deve starci lei. La politica ha delle responsabilità anche in termini di comunicazione, anche per quel che riguarda gli aspetti simbolici dei messaggi che manda. La Mogherini manda al mondo un messaggio di impotenza. Oppure crediamo davvero che i terroristi, ma anche i loro sostenitori, ma anche l’ampia platea dei conniventi, ma anche la totalità delle popolazioni extra-europee vedano quelle lacrime e si mettano a fare un esame di coscienza? Davvero crediamo che non ne ridano? Davvero crediamo che questo addirittura non rafforzi la credibilità dei terroristi in popolazioni che da anni sognano di far piangere i governanti europei? Siamo convinti che funzioni come nei film: uno ti punta una pistola addosso e tu ti alzi in piedi, lo fissi negli occhi, gli sussurri qualche parola di comprensione e lui abbassa l’arma e si scioglie in un pianto nelle tue braccia. Nella realtà stai solo facilitando il compito a chi deve prendere la mira.

Adriano Scianca

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. SIAMO DEBOLI PERCHE’ NON ABBIAMO IL CORAGGIO DI ELIMINARE IL “TERZO LIVELLO” QUELLI AL SOLDO DI ROMA MAFIA CAPITALE E LA ‘NDRANGHETA CHE CON I NAZIRANIANI FINANZIANO IL TERRORISMO.

    DIFENDIAMO LA NOSTRA TERRA ED I NOSTRI FIGLI !!!

    “LA VERITA’ E’ INVIOLABILE, INCORRUTTIBILE, INVINCIBILE”!!!

    SE DIRE LA VERITA’ E’ UN ATTO RIVOLUZIONARIO… EBBENE SI’… VIVA LA RIVOLUZIONE !!!

    RIPRENDIAMOCI L’ITALIA, LA NOSTRA LIRA E DIFENDIAMO LA NOSTRA TERRA!

    “F.D. Guerrazzi e le cospirazioni politiche in Toscana dall’anno 1830 all’anno 1835”:… era il Gennaio del 1831…”Gli uomini, che i nostri oppressori tentano farti aborrire col nome di Liberali, sono quelli i quali vorrebbero le gabelle diminuire, i privilegi sopprimere; fondare e promuovere fabbriche ove tu trovassi il tuo pane quotidiano, instituire scuole ove i tuoi figli gratuitamente imparassero i precetti della morale cristiana, e la istruzione secondo il proprio stato… vorrebbero l’impieghi dati ai migliori senza distinzione di classe, e di stato, vorrebbero infine i Liberali fosse il popolo chiamato ad eleggere come faceva una volta … i tuoi Magistrati i quali saprebbero ordinar leggi uguali al ricco, e al povero e renderti ragione del tuo danaro, e del modo in che lo spesero”… “Popolo ti stringi ai tuoi giovani figliuoli e spera; ancbe il ferro della catena è buono per fare una spada, che percuota i nostri oppressori; vieni, e forse pel nuovo anno potremo sollevare libere le braccia al cielo per ringraziare l’Eterno. Dio aborre il singulto dello schiavo, Dio ama la libertà dei popoli”…

    E’ dal 1833 che noi Liberali e Rivoluzionari “COSPIRIAMO” per Libera Chiesa in Libero Stato. STATO inteso come “RES PUBLICA” una Repubblica del POPOLO TUTTO non una “democrazia” dei TIRANNI di ROMA MAFIA CAPITALE.

    https://www.linkedin.com/pulse/commistione-tra-ndrangheta-e-isis-comandante-giorgio-balestrieri

    L’intervento contro il “Califfato Neo-Nazista” in Siria e Libia e dovrebbe cominciare a casa nostra in Italia contro gli infami mafiosi del “TERZO LIVELLO” che ci “sgovernano”, i mandanti degli atti terroristici che ci hanno portato via Dalla Chiesa, Falcone e Borsellino, i narco-terroristi della ‘Ndrangheta di ROMA MAFIA CAPITALE, Gioia Tauro, Mineo, i campi di “schiavi” di Rosarno, quelli legati alla criminalità Turca e Libica. Con false organizzazioni e “cooperative” con il flusso di esseri umani fanno più soldi che con il narcotraffico e la vendita del petrolio rubato.

    https://www.linkedin.com/pulse/ndrangheta-narco-terrorist-organization-balestrieri

    SE DIRE LA VERITA’ E’ UN ATTO RIVOLUZIONARIO… EBBENE SI’… VIVA LA RIVOLUZIONE E DIFENDIAMO LA NOSTRA TERRA!!!

    AL VOTO, AL VOTO E RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA ITALIA E LA LIRA!!!

    VOTIAMO per dare il dovuto rispetto a quelli che hanno servito lo Stato nel rispetto della Costituzione e non del bieco potere politico.

    Giuseppe Mazzini vedeva nel POPOLO il motore della rivoluzione! Oggi o si va uniti al voto – con ogni coalizione che in libertà possa proporre, al POPOLO TUTTO, un proprio programma – o si muore schiavi di Roma Mafia Capitale!

    Ma che fanno al Ministero degli Interni e quello della Giustizia? Per i non eletti che “sgovernando” si rimpastano, se la suonano e se la cantano “Repetita Iuvant”:

    1. DENUNCIAMO quelli che vorrebbero imporre la loro politica becera e corrotta al Presidente del Senato, il PNA Pietro Grasso, che oggi purtroppo conosce bene chi sta’ a quel “Terzo Livello” che lui menziona nel suo libro “Per Non Morire di Mafia”.

    2. ARRESTIAMO i “Ladri della Patria” ed i “Padrini” di Mafia Capitale, sì quelli connesi a Gioia Tauro, Mineo e ai campi di “schiavi” a Rosarno, proprio quelli che con i migranti fanno più soldi che con la droga… i narco-terroristi della ‘Ndrangheta e il crimine organizzato in Turchia e Libia, esseri immondi, che con i proventi del narcotraffico e del petrolio rubato sono i finanziatori del TERRORISMO ISLAMICO dei Califfi di DAESH e dei loro seguaci naziraniani.

    3. RISPETTIAMO i vertici dell’Anti Mafia e della Homeland Security, i “Capitani Ultimo” ed i “Contrada” e quelli che hanno servito lo Stato nel rispetto della Costituzione e non del bieco potere politico. E qui mi ci metto anch’io e lo pretendo, tanto cosa rischio? Un “Brutto Processo” (Stile Giustizia Ventennale Italiana) o un “Funerale” (Stile Ndrangheta o di qualche Califfo naziraniano).

    “Vivo o Morto” vinco sempre io perchè

    “LA VERITA’ E’ INVIOLABILE, INCORRUTTIBILE, INVINCIBILE”

    Comandante Giorgio Balestrieri

Commenta