Roma, 2 gen – Chi e perché ha accoltellato una ragazza israeliana alla stazione Termini? Aggressione di un folle o gesto premeditato per motivi ancora tutti da appurare? Quel che è certo è che una 24enne originaria di Israele è grave, ricoverata in prognosi riservata al Policlinico Umberto I di Roma, l’aggressione è stata ripresa dalla videocamere di sorveglianza della stazione e ora è caccia all’uomo fuggito dopo l’agguato.

Termini, ragazza israeliana accoltellata: la ricostruzione

La sera del 31 dicembre, poco prima delle 22, una turista israeliana è stata colpita con un coltello, tre volte, mentre si trovava di fronte a una biglietteria automatica. I colpi hanno lacerato il fegato della ragazza e ferito un polmone. Nel video, diffuso poi sui social, si vede un uomo vestito di scuro che indossa un cappello con visiera e forse una mascherina. L’uomo, magro, tiene anche una busta blu in mano. D’un tratto si avvicina da dietro alla ragazza e le si scaglia contro, colpendola alle spalle. La giovane viene scaraventata a terra, poi però si alza e tenta di reagire cercando di colpire l’aggressore. A quel punto lui, con la mano destra, la colpisce di nuovo con il coltello. La ragazza resta in piedi, si tiene le mani all’addome e si allontana barcollando, mentre l’uomo si dà alla fuga nella direzione opposta, infilando nel sacchetto blu il coltello che impugnava poco prima.

L’ipotesi dell’esecuzione

La Polfer sta controllando le altre telecamere di videosorveglianza all’interno della stazione Termini, per appurare se abbiano ripreso l’agguato e dunque inquadrato meglio l’aggressore. Sta di fatto che le modalità dell’aggressione sono piuttosto strane, perché l’uomo che si è scagliato contro la ragazza israeliana non pare volesse compiere una rapina. Le ipotesi sono dunque varie: dal gesto di un folle, all’attacco antisemita. Ma resta in piedi anche l’ipotesi dell’agguato premeditato per altri motivi. La polizia cerca adesso un uomo magro, alto poco più di un metro e 75. “Non ho avuto il tempo di vederlo”, avrebbe dichiarato la ragazza alla polizia, stando a quanto riportato da Il Messaggero. “Non so perché” mi abbia aggredito, avrebbe poi ripetuto la 24enne dal letto dell’ospedale.

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta