Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 mar – Oggi 18 marzo è la Giornata in memoria delle vittime del Covid: il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha promulgato la legge – approvata ieri dal Parlamento – che la istituisce. La “Giornata nazionale in memoria di tutte le vittime dell’epidemia da coronavirus”, questa la dicitura ufficiale, verrà celebrata il 18 marzo di ogni anno. Sempre oggi il premier Mario Draghi sarà a Bergamo per le celebrazioni. Bandiere a mezz’asta al Quirinale e in tutta Italia.



Draghi a Bergamo per la commemorazione della Giornata delle vittime del Covid

Era esattamente un anno fa, il 18 marzo 2020, quando camion dell’esercito a Bergamo trasportavano le bare dei morti per Covid-19. Per questo oggi Draghi sarà nella città simbolo della prima ondata della pandemia. Alle ore 11 la deposizione di una corona di fiori al Cimitero monumentale della città. A seguire, al Parco Martin Lutero alla Trucca (vicino all’ospedale Papa Giovanni XXIII che è stato uno dei simboli della pandemia), l’inaugurazione del Bosco della Memoria con la cerimonia per la messa a dimora dei primi 100 alberi. Draghi pianterà un tiglio, albero simbolo della longevità, proveniente dal comune di Biccari, piccolo borgo in provincia di Foggia. Durante la commemorazione sono previsti saluti e interventi istituzionali. Presenti anche il sindaco di Bergamo Giorgio Gori e il presidente della Regione Attilio Fontana.

Black Brain

Oggi alle 12 un minuto di silenzio al Senato

“Su iniziativa del presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, oggi, giovedì 18 marzo, i presidenti delle commissioni rispetteranno un minuto di silenzio all’inizio delle attività parlamentari in ricordo delle vittime della pandemia Covid. Il Senato terrà le bandiere a mezz’asta e tutti i dipendenti rispetteranno un momento di silenzio alle ore 12“, si legge in un comunicato dell’ufficio stampa di palazzo Madama. Dal canto suo, Anci Lombardia invita tutti i comuni lombardi a partecipare alla prima Giornata in memoria delle vittime del coronavirus con un minuto di silenzio, rilanciando l’appello del presidente Anci, Antonio Decaro.

Ludovica Colli

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Sarebbero da definire pagliacci, se non fossero criminali e infami… non riesco a dire altro….

  2. Considerato che le morti sono avvenute grazie ai famosi decreti ministeriali (tachipirina e vigile attesa, intubazione a prescindere, niente autopsie e cremazione immediata delle prove) è come se il Giorno della Memoria lo avesse istituito Hitler.

Commenta