Bologna, 2 nov — Halloween è la festa dei travestimenti spaventosi, e in tempo di crisi economica cosa c’è di più spaventoso della multa di un autovelox che ti arriva a casa a tradimento, sommandosi a gabelle, bollette e conti da pagare? E quale miglior modo di esorcizzare la paura di beccarsi l’ennesimo bollettino da pagare in posta, se non travestirsi proprio da rilevatore della velocità? Deve averlo sicuramente pensato il buontempone che la notte del 31 ottobre ha seminato il panico tra gli automobilisti bolognesi travestendosi da autovelox e posizionandosi «in agguato» su viale Filopanti, all’altezza di porta San Vitale. Lo riferisce Il Resto del Carlino.  



Bologna, burlone travestito da autovelox spaventa gli automobilisti

Il ragazzo (o si trattava di una ragazza?), che nel corso della serata si è allontanato dalla propria postazione originaria per dirigersi verso la zona universitaria, era quasi perfettamente mimetizzato nell’arredo urbano: nascosto in uno scatolone arancione del tutto simile al vero autovelox (tranne per il colore: quelli bolognesi sono grigi) munito di scritta «controllo elettronico della velocità», simbolo del limite di velocità a 30 km/h e infografica stilizzata del vigile urbano.

Subito virale

Una prodezza goliardica che non è passata inosservata. La foto del travestimento da rilevatore della velocità è stata scattata e condivisa da numerosi residenti diventando immediatamente virale sulle piattaforme social, in particolare sulla pagina Facebook Scritte ignoranti a Bologna, dove è apparsa l’immagine. Ora è caccia aperta al misterioso bolognese (ma potrebbe anche trattarsi di uno studente fuoricorso, chissà) dentro al costume. Anche se sarà molto difficile risalire alla sua identità, dal momento che nella foto si vedono soltanto le gambe.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Pensa invece se per la festa si fosse travestito da ciclo e fosse arrivato in ritardo… Sai che spavento!

Commenta