Il Primato Nazionale mensile in edicola

Rosarno, 12 mag. – Un immigrato di colore ha cercato di attraversare la strada mentre stava passando il Giro d’Italia. I vigili l’hanno fermato e lui ha cominciato a dare in escandescenze. È successo in Calabria, a Rosarno, durante la tappa che da Reggio Calabria ha raggiunto Terme Luigiane. Un uomo, di colore, probabilmente irritato per il blocco stradale imposto dalla manifestazione ciclistica, ha cercato di invadere la corsia dove dopo pochi attimi passavano corridori. Voleva attraversare la strada, per andare non si sa dove. I vigili hanno cercato di spiegargli che non era possibile attraversare, ma lui ha cominciato ad agitarsi. Ha urlato, inveito, e si è scagliato contro l’auto della polizia municipale, danneggiandola lievemente. Poi se n’è andato, cambiando strada. Nel video si vede come durante la sua protesta con i tre vigili che cercavano di calmarlo e ammansirlo, i ciclisti siano sfilati proprio sulla strada che l’immigrato voleva attraversare.

Il video è stato girato da uno spettatore del Giro che l’ha inviato al sito zmedia.it che lo ha pubblicato sulla sua pagina Facebook.

2 Commenti

  1. A casa sua gli sarebbe costato una robusta dose di manganello e qualche giorno in cella.
    Ma noi siamo buoni (solo entro i nostri confini però, non certo quando fiancheggiamo gli esportatori di democrazia), peccato che per loro significhi essere coglioni.

    • Prova ad immaginare cosa sarebbe successo se solo avessero osato torcegli un capello….l’indignazione e la condanna dei “sinistri” per i medoti repressivi e (ovviamente) fascisti delle forze dell’ordine con seguente occupazione e relativi comizi nei canali e programmi televisivi rossastri e magari una bella manifestazione con corteo dell’anpi e dei centri sociali. Ormai dopo aver raggiunto il ridicolo, lo abbiamo superato.

Commenta