Il Primato Nazionale mensile in edicola

Pavia, 8 mag – «Abbiamo curato i malati di Covid, facendo turni massacranti, e dal governo è arrivata la paghetta settimanale». Poche decine di euro. Sono piene di delusione le parole degli infermieri e dei medici del policlinico San Matteo di Pavia, – quelli, per intenderci, che hanno preso in cura il Paziente 1 di Codogno – che come premio per i mesi di lavoro passati in trincea contro il Covid-19 si sono visti arrivare in busta l’equivalente di una cena al ristorante – tassata. «Premio lavoratori dipendenti» deciso dal governo, recita la voce sulla busta paga, ma il premio è una miseria. E giustamente, ora la delusione è vibrante nelle parole di chi ha sacrificato mesi della propria vita, rischiato la salute e messo a repentaglio la sicurezza dei propri famigliari: «Doveva esserci un riconoscimento straordinario di 100 euro, cifra già irrisoria, invece ad alcuni sono arrivati 60 euro lordi».



Non solo: beffa nella beffa, chi si è ammalato di Covid ha preso anche meno. Perché la cifra relativa al premio è stata conteggiata sulla base dei giorni lavorati, e non delle ore. I contagiati, ammalatisi a causa del virus che stavano combattendo sul luogo lavorativo, hanno, per forza di cose, prestato servizio per un numero minore di giorni, e si sono visti decurtare una parte del «premio» – fa ridere solo chiamarlo così.

«Cento euro come “premio” per aver dato un aiuto importante e concreto a far fronte all’emergenza già di per sé erano ridicoli, un regalo offensivo verso un professionista che ha messo in gioco salute, professionalità, responsabilità e preparazione specifica — si legge nella lettera, diffusa da diversi infermieri dei reparti di Rianimazione, Malattie infettive e in quelli Covid allestiti durante l’emergenza — Come ulteriore beffa la quota accreditata sui cedolini dei turnisti è stata adattata in base ai giorni di lavoro e non alle ore effettivamente svolte, con il risultato che nessuno di noi è riuscito a prendere l’intera cifra». Dal canto suo, la direzione amministrativa del San Matteo ha le mani legate: è l’Agenzia delle Entrate che calcola il premio contando i giorni di presenza ospedalieri. Grazie e a buon rendere.

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Ragazzi , poi come pagano Ostriche e Sciampagne per il 1° maggio ????
    e la multa ricevuta per violazione delle norme di Giuseppì ?

    e gli 11 Milioni , 11.000.000 !!!! di euro buttati nel cesso da Zingaretti
    (nomen omen…) per mascherine prodotte da una ditta di LAMPADINE ????
    cui di SICURO i compagni hanno fatto la CRESTA …..

    Basterebbe poco …..

    Uscita dall’ europa (minuscolo d’ obbligo)
    nazionalizzazione delle banche

    blocco dei crediti da stati come Olanda e Lussemburgo !!!!!!
    (che stanno USURANDO sui debiti delle NOSTRE AZIENDE in difficoltà!!!!)
    STATI LADRI ! governati da Rutte & Scorregge e da Superciuc junker ….

    sequestro dei beni degli USURAI e dei PARTITI e POLITICI loro connessi
    ritorno della Borsa in ITALIA con blocco delle vendite allo SCOPERTO
    Sovranità monetaria

    …. ho dimenticato qualcosa ????

    e ci sarebbero MILIARDI di EURO per ripartire !!!!!!

    Non abbiamo bisogno di un simpatico romagnolo come BEN ,,,, penserei
    più ad un Pinochet …..

    quella gente non merita un soggiorno sulle Isole …. ma plotoni d’ esecuzione ….
    speculare oggi è come fare il Borsaro Nero in tempo di guerra … mi pare che la pena fosse … LA MORTE ?

    Ragazzi , però , quando e SE torneremo a votare ….

    RICORDATEVI di
    Sala , Gori , Zingaretti , il Conte dalle braghe onte , Renzy …..
    sennò , VI MERITATE d’ ESSERE TRATTATI DI MERDA da un governicchio GrulloCattoKom !!
    Non credo proprio che tutti voi abbiate votato per la DESTRA ……..

    ho detto DESTRA ! non Berluscaz il MES Boy …..

Commenta