Roma, 11 ott – La crisi scoppiata in seguito all’aumento del prezzo legato alle forniture di gas sta portando a conseguenze disastrose per tutta Europa, soprattutto per quanto riguarda l’economia italiana. Il nostro paese è uno dei più colpiti per colpa del rincaro assurdo dei prezzi e lo scenario che si sta delineando prospetta una vera e propria catastrofe che toccherà tutti gli aspetti della vita di milioni di famiglie italiane, per non parlare del tessuto produttivo che al momento si trova sull’orlo del fallimento. L’aumento dei prezzi, registrato già dallo scorso anno a seguito della ripresa post pandemica e accentuatosi in seguito alle sanzioni apportate alla Russia conseguentemente all’invasione dell’Ucraina, costituisce un elemento di forte rischio per la stessa operatività delle imprese italiane.

Aumento stratosferico del prezzo del gas

Tra il 2019 e il 2022 i prezzi della produzione di gas e di distribuzione di combustibili gassosi sono aumentati in media del 182,5%. Il dato è contenuto in una tabella Istat nella Nota sull’andamento dell’Economia italiana a settembre sulle difficoltà per le imprese energivore e il rischio che per una parte di queste i margini diventino negativi. Per la produzione, trasmissione e distribuzione di elettricità i prezzi sono cresciuti nel periodo del131,5%. Per il gas naturale liquefatto e gassoso l’Istat riporta il dato World Bank secondo il quale i prezzi sono aumentati del 775,9%. Per la benzina (dato Mise) l’aumento è del 20,0%mentre per il gasolio da riscaldamento (dato Mise) l’incremento è del 36,0%. L’aumento dei costi dell’energia potrebbe, con effetti differenziati nei settori, rendere negativi i margini operativi dell’8,2% delle imprese attive che impiega circa il 20% degli addetti.

Serve una sovranità energetica

Questi dati mostrano le conseguenze che stanno colpendo l’Italia, rendendola uno dei paesi più instabili dal punto di vista economico. Il futuro della penisola si prospetta a tinte scure finché non sarà attuata una politica di sovranità energetica che punti a rendere indipendente il paese e conseguentemente tutta l’Europa dal giogo colonizzatore americano.

Andrea Grieco

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta