Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 21 sett – E’ una grande stagione per la “droga dello stupro” a Roma, tanto richiesta che si arriva a spacciarla, comodamente, in monopattino.



Roma, la droga dello stupro dai grossisti cinesi

Non solo: sui mezzi di locomozione più odiati d’Italia arriva anche la Shaboo, la Yaba e la “classica” cocaina nonché la Ghb, la droga dello stupro. La grossista era una cittadina cinese residente in Toscana. Da lì la droga arrivava  a Roma, tramite corrieri cinesi, e poi a casa degli spacciatori in monopattino, rigorosamente vestiti eleganti per non destare sospetti.

I clienti della città “bene”

Questa mattina i carabinieri del Comando provinciale di Roma hanno arrestato sei persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il gruppo che è finito in manetta è abbastanza eterogeneo: quattro uomini e due donne di nazionalità italiana, cinese e bengalese appartenenti a due differenti contesti criminali.  Tra i clienti gli insospettabili della “Roma” bene. Medici, professori universitari, ballerini e sportivi.

Il caso della sorella di Ornella Muti

La droga dello stupro recentemente è balzata agli onori delle cronache “grazie” (si fa per dire) alla sorella di Ornella Muti, Claudia Rivelli, arrestata a Roma per detenzione di droga, tre flaconi con un litro di Gbl, meglio nota come droga dello stupro, ricevuta in un pacco proveniente dall’estero e consegnato da un corriere all’ex attrice di fotoromanzi. La Rivelli si è difesa sostenendo di non sapere che lei la droga la usava per le pulire l’argento a casa e che anzi, stava per inviarla anche al figlio che vive a Londra “per pulire l’auto”. Vediamo se i giudici crederanno a questa versione. E speriamo che i vari professionisti della Roma bene “pizzicati” con la droga dello stupro non usino tutti lo stesso alibi. C’è ancora l’argentil per pulire gli argenti di casa …

Ilaria Paoletti



La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. A Milano basta diventare clienti affezionati in certi sino-bar, in forte aumento… E’ più interessante come fatturato la Milano “male” e non c’è necessita di monopattini, salvo eventualmente per i clienti. La Milano “bene” passa da determinati parrucchieri fino ai ristornati con parcheggiatore “tuttofare”! Solo i deficienti-fattoni totali si fanno consegnare a casa.

  2. Dimenticavo, importante: alla lunga, ai deficienti-fattoni gli “colpiscono” l’ appartamento… ovviamente.

  3. Fabio crociato, ne parli come si parlasse di scarpe, ti rendi conto che parliamo di stupro? Che uccide l’anima di queste donne? Ma che ca**o sta succedendo su questo mondo! Sono impazziti tutti!!!

  4. x N: condivido pienamente la tua grave osservazione, rileggi i miei commenti passati sulla droga.
    Forse non lo sai, ma è dagli anni settanta che stuprano tante fanciulle con le droghe (e non c’era ancora quella definita per tale finalità -forse per nascondere il passato infame); a questo punto ritengo doveroso ripetere per l’ ennesima volta che la causa del femminicidio è, percentualmente, in modo elevatissimo, da attribuirsi alla droga! Spesso do per scontato il mio pensiero…, sono impazziti quasi tutti causa droga democraticamente non contrasta nel modo più assoluto, rimedio da pazzi psichiatri, accettato supinamente insieme agli psicofarmici, contro il malessere della vita generato da folli progressisti, illuministi e cinici.Non so più come fare per farlo comprendere e, talvolta desolato, cerco di tagliare, evidenziare, almeno la “scarpa” del Mostro! Me ne scuso.

Commenta