Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 6 gen – E alla fine anche La Molisana si è inginocchiata al ricatto mafiosetto di antifascisti e cancel culture. Per placare le feroci – e ridicole – polemiche montate sui formati di pasta «tripoline» e «abissine», corredate da schede che ne descrivevano «il sapore littorio», la storica azienda si è resa protagonista di una resa totale e senza condizioni alla religione del pensiero unico.



La Molisana si inginocchia agli antifascisti

La Molisana si è quindi scusata, con un clamoroso atto di sottomissione allo tsunami di critiche, insulti e minacce portato avanti ieri dai partigiani da tastiera postando un comunicato su Facebook: «Ci scusiamo per il riferimento riguardante il formato di pasta “Abissine rigate” che ha rievocato in maniera inaccettabile una pagina drammatica della storia». L’espiazione a mezzo social prosegue così: «Cancellare l’errore non è possibile, ci impegniamo a revisionare il nome del formato in questione attingendo alla sua forma naturale», hanno aggiunto i responsabili dal loro letto di ceci.

Black Brain

 

Addio alle abissine e alle tripoline, quindi, nonostante siano in catalogo da sempre e nonostante molti altri pastifici (tra cui quelli di aziende decisamente poco «de destra» come la Coop) le chiamino allo stesso modo. Decapitate dalla shitstorm iniziata dagli stessi talebani – già fan delle decapitazioni in salsa Black lives matter – che, evidentemente annoiati dal lockdown, non hanno avuto nient’altro da fare che puntare il dito contro dei pacchi di pasta.

E vai col revisionismo

La Molisana rinuncia quindi a un pezzo della propria identità: le abissine rigate sono diventate «conchiglie rigate» e le tripoline «Farfalline». «Il pastificio ha più di 100 anni. Noi abbiamo rifondato l’azienda nel 2011 e non abbiamo pensato a modificare quei nomi che, all’epoca, avevano tutti i pastifici», spiega dal suo inginocchiatoio l’amministratore delegato Giuseppe Ferro. «Ce ne scusiamo, perché quei nomi hanno rievocato in maniera inaccettabile una pagina drammatica della storia. E revisioneremo i nomi dei formati: le nuove definizioni, Conchiglie rigate, Farfalline e Mezze fettucce ricce sono già state decise. Non è stato difficile: abbiamo preso spunto dalla loro forma, sul sito abbiamo già cambiato tutto».

Il popolo social, dal canto suo, si è come di consueto polarizzato: chi ha applaudito la decisione di talebanizzare i nomi dei formati, e chi ha puntato il dito contro la mancanza di coraggio e la pusillanimità dell’azienda.

Il 2021 ha già stancato

Insomma: siamo solo al 6 gennaio ma tra le invocazioni beote di censura subite da Grease, l’orrido binomio Amen-Awoman declamato dal pastore americano dem e la battaglia sui formati di pasta, questo 2021 ha già presentato il biglietto da visita. Il messaggio è chiaro: nessuno è più immune dalle minacce volgari e prepotenti di questi branchi di zombie che indisturbati inanellano vittorie una dopo l’altra, sulla cultura, sul buonsenso e sulla storia. Siamo solo all’inizio.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. Vorrà dire che eviterò di comprare la molisana. Se una ditta si inginocchia così facilmente, non è degna di stare sul mercato, tantomeno sulla mia tavola!

  2. Brava Rossella Ferro, comproprietaria della Molisana! Vista l imminenza con la giornata del ricordo delle stragi di Tito, cambia magari il nome Tripoline con PASTA FOIBE. Farai contenti i 4 rottami dell ANPI e i compagni di Repubblica. Poi col prossimo governo di centrodestra puoi sempre utilizzare il nome dando un altro significato al nome FOIBE. Povera dignità, dove sei finita….

  3. Non è il tipo di pasta che compro … da oggi cercherò quelle ORIGINALI e
    le mangerò ALLA FACCIA di quelle MERDE UMANE degli antifa .

    Capisco l’ azienda …. anche se , sarebbe ora di MANDARE AFFANCULO
    Antifa , froci , lesbiche e MERDE varie …. se non ORA QUANDO ???

    Scusate , ma io avrei denunciato per DIFFAMAZIONE il sedicente giornalaio …. e gli avrei chiesto i danni in sede civile !!!!! pubblicità GRATIS ……

    Nell’ ottica di sti SCEMI , simil FIANO , asino che da FIANO alla bocca ….
    dovremmo RADERE al SUOLO intere città !!!!!

    E’ STORIA , nella mia città il 9 settembre 1943 arrivarono le SS …. una intera compagnia , FOTO e ARTICOLI di giornale …..

    Come sapessero del TRADIMENTO … non è dato sapere , ma arrivarono per COMANDARE !!!!
    E se ne andarono INDISTURBATE nel maggio 1945 …..(documentato)

    Poi i vili , al seguito dell’ invasore AMERICANO ….. gli inglesi NON contavano un CAZZO !!! ed i francesi ANCORA MENO , se non per le marocchinate ….. s’ INVENTARONO una Epopea di rivolte …. ma SENZA SPARARE un COLPO se non DOPO il maggio 1945 …… uccidendo dei POVERACCI che manco erano Fascisti .

    Se la presero coi TOMBINI e con i LITTORI sui palazzi , Palazzi e tombini ANCORA oggi fondamentali per la città , quasi che cancellare un simbolo
    annullasse i VALORE di quanto costruito in SOLI 20 anni , oggi per fare le stesse cose ci vorrebbero 4 SECOLI .

    V’ è ancora un tombino in una corte col FASCIO , ORGOGLIOSAMENTE visibile .

    Oggi , gli eredi degli “eroici” partigiani , se la prendono con il formato di una pasta …. NIHIL SUB SOLE NOVI .

    Un VILE sarà SEMPRE un VILE

    Ricordo uno Zio di mio padre , Ardito e Fascista …. caduto il Fascismo
    NESSUNO s’ azzardò a cercarlo …. era uno dei pochi del suo reparto tornato dalle trincee ,dove entrava PIGNAL FRA I DENTI le BOMBE a MANO …… Legionario , e pure nella II Guerra …
    Troppo RISCHIOSO per gli “eroici” antifa averci a che fare .
    Il volto sfigurato dalle cicatrici ….. FACEVA PAURA solo guardarlo …..
    era tra quelli che avevano fatto UN PATTO con la MORTE …..
    Solo a vedere un teschio …. gli EROI …. si CAGAVANO ADDOSSO ….

    Eja , sono l’ unico in famiglia a cercare di EMULARNE il coraggio ….
    cercare , GRANDE EREDITà , aquila non captat muscas , prendersela con la pasta !!!!

    😀😀😱

  4. Non posso credere che alla Molisana non sapessero a cosa si riferissero quei nomi. Ma la cosa più fastidiosa è quella di chiedere scusa e piegare la testa. Se il pastificio fosse mio chiamo il mio prodotto come voglio e nessuno potrebbe convincermi a cambiarlo. In Italia abbiamo troppa gente che ha un sussulto di orgoglio e poi china il capo e chiede scusa. E’ inammissibile e inaccettabile.

  5. […] La Molisana si piega agli antifascisti e chiede scusa: "Cambieremo i nomi dei formati di pasta" La Molisana cede al ricatto del pensiero unico: si scusa pubblicamente con gli antifascisti e cambia il nome alla pasta. Il Primato Nazionale https://www.ilprimatonazionale.it Se questo post ti è utile, regalami un like e mi farai felice! Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Tiziano Solignani su Patreon! […]

Commenta