Il Primato Nazionale mensile in edicola

Civitavecchia, 27 nov – Siamo alle comiche o, forse, dovremmo dire alle tragicomiche. Il sindaco di Roma Virginia Raggi pensava di aver risolto – almeno per il momento – l’emergenza rifiuti “sbolognandone” un po’ a Civitavecchia. Ma i vigili urbani della cittadina, a modo loro, si sono “vendicati”.

Il “no” secco di Colleferro

Il 31 dicembre chiuderà la discarica di Colleferro e, su mandato proprio della Raggi, Ama ha già inviato al sindaco di Colleferro la richiesta a mantenerla, invece, aperta. Ma il sindaco di Colleferro ha già detto di no. “La nostra discarica chiuderà” ribadisce il sindaco. In queste ore mi stanno chiamando giornalisti da tutto il paese, testate nazionali e radio” continua il primo cittadino di Colleferro. Tutti per farmi commentare la stessa notizia. La collega sindaca di Roma, mancante di qualsiasi rispetto istituzionale, mi fa scrivere da Ama ma io non mi faccio intimidire. Colleferro ha già dato, la discarica ha un contratto che scade il 31 dicembre a cui io ho già dato disdetta. La cerimonia di chiusura si farà con i ragazzi dell’Ipia e tutte le comunità della valle nei primi giorni di gennaio. La Regione ha confermato; non saremo più noi la soluzione della capitale” ribadisce su facebook Pierluigi Sanna, primo cittadino della cittadina in provincia di Roma la cui discarica.

Braccio di ferro tra Regione e Comune

Nelle prossime ore, considerata la tensione con il Campidoglio e l’accordo trovato ieri in serata ma sfumato nella notte, la Regione risponderà al Comune grillino con un’ordinanza. L’atto conterrà una serie di prescrizioni a cui palazzo Senatorio dovrà rispondere in tempi stretti. In massimo 10 giorni, quindi, l’amministrazione capitolina dovrà capire dove mandare i rifiuti di Roma. Si ventila l’ipotesi della discarica di Falcognana, vicino al Divino Amore, ma è comunque molto piccola.

E a Civitavecchia fioccano le multe

E mentre a Roma sale la tensione per il braccio di ferro tra Campidoglio e Regione sulla “monnezza”, a Civitavecchia fioccano la Polizia locale sta massacrando di multe i mezzi pesanti carichi di rifiuti romani che transitano su via delle Vigne per giungere rifiuti nella discarica privata di Fosso di Crepacuore. “Il servizio straordinario di controllo, predisposto dal comandante Ivano Berti su disposizione del sindaco Ernesto Tedesco” rende noto il Comune della cittadina a nord di Roma “ha accertato varie trasgressioni al codice della strada e provveduto, ove previsto, al sequestro dei mezzi. Stante il numero crescente di mezzi in transito, e le condizioni della strada interessata per ampi tratti da allagamenti dovuti alla ondata di maltempo per la quale l’Amministrazione comunale ha richiesto, nei giorni scorsi, lo stato di calamità, si sono registrate ripercussioni negative alla circolazione“.

Ilaria Paoletti

Commenta