Il Primato Nazionale mensile in edicola

Catania, 6 ott – Il clima negli ultimi tempi ci ha dato prova di cambiamenti improvvisi, scenici e purtroppo molte volte tragici. Alluvioni e temporali sono sempre esistiti ma, da qualche tempo, alcuni eventi meteo hanno sconvolto l’attenzione di noi tutti per l’immediatezza, la violenza  e l’imprevedibilità con la quale colpiscono. Nello specifico parliamo del dirompente e imprevisto fenomeno atmosferico che si è abbattuto ieri sulla Sicilia orientale, dove fino a mezzogiorno splendeva il sole.



Il quasi-tornado di Catania

In particolare a Catania si è scatenato, intorno alle 15.30 di ieri, un violentissimo nubifragio a carattere temporalesco. Il fenomeno meteorologico, dapprima etichettato come tornado, è stato riclassificato come downburst. Si tratta di un particolare evento naturale che corrisponde ad una colonna d’aria discendente che incontra il suolo con moto orizzontale diramandosi in tutte le direzioni. Le folate di vento possono raggiungere i 100 km orari. Il fenomeno è spesso associato ad eventi temporaleschi e forti precipitazioni. Di quest’ultima descrizione i catanesi sono stati testimoni.

Non si è trattato infatti del solito temporale di inizio autunno: il violento acquazzone e le fortissime raffiche di vento hanno fatto registrare importanti danni. Via Etnea si è trasformata in un fiume in piena mentre da tutta la città arrivavano nel frattempo segnalazioni di alberi divelti e danni alle abitazioni. Danni persino agli storici lampioni della centrale piazza Università. Il primo cittadino di Catani, Salvo Pogliese, considerata la situazione emergenziale ha diramato un comunicato: “Dopo il terribile, e imprevisto, fenomeno atmosferico di oggi il Sindaco ha deciso, d’intesa con il Prefetto, di disporre la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado della Città, dei parchi comunali e del cimitero, per consentire di verificare i danni agli edifici, pubblici e privati, alle strade, ai parchi e ovunque serva”. Al contempo, date le proporzioni dei danni causati dal fenomeno atmosferico, ha anche invitato a limitare gli spostamenti.

Rosario Lanzafame



La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta