Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 29 mag – Proseguono per il quinto sabato consecutivo le manifestazioni delle Mascherine Tricolori, che sabato 30 maggio (domani) saranno nuovamente in piazza con le stesse modalità delle settimane precedenti. Ci saranno dunque decine di piazze da Nord a Sud come al solito, ma con una attenzione particolare per Roma, dove la protesta si svolgerà a Montecitorio sotto al Parlamento “per far arrivare il messaggio a Giuseppe Conte in modo ancora più diretto”. Le Mascherine contestano “le restrizioni alla libertà giustificate con l’emergenza sanitaria e le misure insufficienti messe in campo per far fronte ad una crisi economica e sociale senza precedenti” e chiedono che “la parola torni al popolo”, annunciando nelle prossime settimane anche “una grande manifestazione nazionale unitaria”. 



Dopo tre mesi ancora nessuna risposta

“Passano i giorni, le settimane, vediamo annunci e decreti ma la situazione non cambia: dopo tre mesi dall’inizio del lockdown ci sono ancora milioni di italiani che non hanno avuto un aiuto, un sostegno“, si legge nella nota diffusa sui canali social del movimento. “Ci sono lavoratori ridotti alla fame che aspettano la cassa integrazione, commercianti che non ce la fanno a riaprire, centinaia di migliaia di nuovi disoccupati, lavoratori autonomi ancora in attesa dei bonus. E poi vediamo un governo che annuncia la ripartenza del campionato ma non la riapertura delle scuole, lasciando milioni di studenti e di famiglie nell’incertezza, mentre nel resto d’Europa tutti si sono già organizzati per ripartire”.

Sanatoria per le multe e stop alle tasse

“Nelle nostre piazze ci saranno cittadini, genitori, lavoratori, imprenditori, disoccupati, partite Iva e rappresentanti delle categorie più colpite come ristoratori, albergatori, baristi, imprese di noleggio con conducente, autodemolitori, tassisti, edili, ambulanti. Chiediamo una sanatoria per tutte le multe elevate durante l’emergenza coronavirus, lo stop alle tasse per tutto il 2020, soldi a fondo perduto e finanziamenti immediati che non passino per le banche, un piano di intervento senza precedenti per salvare il turismo, regole meno stringenti per quelle attività, come bar e ristoranti, che rischiano di chiudere prima ancora di riaprire. E soprattutto che questo governo, incapace e schiavo di Bruxelles, vada a casa e che la parola torni al popolo”.

Davide Romano

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Innanzitutto, per definizione, le mascherine coprono il volto e lasciano libera la bocca.
    Questi io li chiamerei bavagli.
    Bavagli tricolori ma bavagli.
    Poi perché non chiedere la verità sulla pandemia ?
    Nel mondo ogni anno muoiono circa 3.000.000 di persone per infezioni respiratorie inferiori e circa altri 3.000.000 di persone per malattie polmonari ostruttive.
    Cioè circa 6 milioni di morti !
    Questo coronavirus, alla fine, quante vittime avrà fatto ?

Commenta