Roma, 4 ott – Una delle tecniche preferite dalla Gruber per attaccare i propri opponenti è quella della lezioncina paternalistica. Alla conduttrice altoatesina piace proprio trattare tutti come minus habens dall’alto della sua presunta superiorità morale e intellettuale. Oppure schernirli , salvo poi ritrattare e “fare pippa”, come è successo con Salvini. Ma stavolta ha trovato chi si è opposto ai suoi giochetti e ha ribattuto con veemenza.

Parliamo della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, ospite ieri sera a Otto e Mezzo su La7. Secondo la Meloni, l’Ue sarebbe stata di “manica larga” con il governo Renzi perché “amico”, rispetto all’esecutivo gialloverde, e ora si appresterebbe ad adottare un registro più tollerante e comprensivo con il Conte-bis e l’accrocco giallofucsia.   “Lungi da me difendere il governo gialloverde, ma le ricordo che l’Unione europea ha imposto un deficit all’1,4 per cento, adesso, con l’amico Conte, vediamo cosa dirà”, dice la leader di Fratelli D’Italia. La Gruber la interrompe subito: “Onorevole Meloni, sta dicendo una sciocchezza”, ma la Meloni la silenzia: “Io sono stufa di questo atteggiamento. Se dice che io dica delle sciocchezze mi deve rispondere nel merito, perché io sono abituata ad argomentare”. “Guardi io non mi metto a litigare con lei”, ed ecco che la Gruber ritratta dopo avere insultato “Eh no, deve argomentare, sono stufa di sentirmi dire che dico sciocchezze”. Continuiamo pure, dice la Gruber, “Sì ma con rispetto” conclude senza peli sulla lingua Giorgia Meloni. Una cosa che la Gruber non sa proprio dove stia di casa.

Cristina Gauri

4 Commenti

  1. L’ origine “tetesca” della sig.ra gruber… Un po’ come la rakketta – rakkattanegranti. I “teteschi” sono, fondamentalmente, un grande Popolo. Non conoscono, come tutti i grandi, le mezze misure. Anzi! Le aborriscono! Quindi, quando sono DEGENERI, lo sono per DAVVERO!

  2. Boh, non so cosa avete visto. Io ho visto una giornalista che non ha problemi a dire in faccia, davanti a tutti, ad un politico che sta dicendo una puttanata. Più che maestrina direi donna d’altri tempi, tutta d’un pezzo. Bravissima.

  3. Se questa è una giornalista… una vera parte in causa, ma allora dimetta i panni dell’intervistatrice; definirla irritante (per usare un eufemismo) è mancare di rispetto all’irritazione.

Commenta