Roma, 17 mag – Il Regno Unito lancerà dal 30 maggio un visto speciale per gli studenti usciti dalle migliori università del mondo, ma nell’elenco stilato dal governo di Londra non ne risulta nemmeno una italiana non avendo posizioni sufficientemente alte nei ranking mondiali. In seguito alla Brexit è possibile entrare sul suolo britannico, ad eccezione dei turisti, solo se si ha già in tasca un contratto di lavoro e si soddisfano alcuni requisiti minimi (tra cui un salario minimo di circa 30 mila euro l’anno), ora il paese della regina ha varato un visto di due anni per alcuni High Potential Individual, laureati in prestigiose università.

Università italiane indietro nel ranking

I britannici hanno stilato una classifica dei più prestigiosi atenei basandosi su quelle del Times Higher Education, QS World University Rankings e Academic Ranking of World Universities. In queste tre classifiche le università italiane non ottengono buoni risultati, non bastano eccellenze riconosciute come la Normale di Pisa, la Bocconi o il Politecnico di Milano, troppo scarse secondo la classifica di Londra. I giovani laureati in Italia, paradossalmente possono essere benissimo sfruttati come baristi e camerieri ma non possono ricevere un visto per meriti di studio. Questa strategia portata avanti dalla Gran Bretagna s’inquadra nel processo di attrazione di immigrati altamente qualificati, contro il modello d’immigrazione basato sull’importazione di manodopera europea a basso costo e qualifica portato avanti fino ad oggi.

In Italia solo tagli all’istruzione

La considerazione degli atenei italiani va a pari passo con la posizione internazionale del nostro paese, il quale è sempre più indietro in ogni classifica possibile. L’Italia è tra gli ultimi paesi europei per la spesa pubblica all’istruzione e nei prossimi anni i soldi destinati al MIUR subiranno un taglio decisivo di 4 miliardi, dal momento che nel nuovo DEF i fondi destinati all’istruzione sono stati ancora ridotti. Continui tagli e nessuna programmazione sull’istruzione pubblica non faranno altro che peggiorare la situazione del nostro paese.

Andrea Grieco

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Sante Bombe… Vivere Vivere Vivere… (Luciano Ligabue, Lorenzo Jovanotti e Piero Pelù)

    https://www.youtube.com/watch?v=0fXiaoHW2UI

    Io non lo so chi c’ha ragione e chi no
    Se è una questione di etnia, di economia,
    Oppure solo pazzia: difficile saperlo.
    Quello che so è che non è fantasia
    E che nessuno c’ha ragione e così sia,
    E pochi mesi ad un giro di boa
    Per voi così moderno
    C’era una volta la mia vita
    C’era una volta la mia casa
    C’era una volta e voglio che sia ancora.
    E voglio il nome di chi si impegna
    A fare i conti con la propria vergogna.
    Dormite pure voi che avete ancora sogni, sogni, sogni
    Il mio nome è mai più, mai più, mai più
    Il mio nome è mai più, mai più, mai più
    Il mio nome è mai più, mai più, mai più
    Il mio nome è mai più…
    Eccomi qua, seguivo gli ordini che ricevevo
    C’è stato un tempo in cui io credevo
    Che arruolandomi in aviazione
    Avrei girato il mondo
    E fatto bene alla mia gente
    E fatto qualcosa di importante.
    In fondo a me, a me piaceva volare…
    C’era una volta un aeroplano
    Un militare americano
    C’era una volta il gioco di un bambino.
    E voglio i nomi di chi ha mentito
    Di chi ha parlato di una guerra giusta
    Io non le lancio più le vostre sante bombe,
    Bombe, bombe, bombe, bombe!
    Il mio nome è mai più, mai più, mai più
    Il mio nome è mai più, mai più, mai più
    Il mio nome è mai più, mai più, mai più
    Il mio nome è mai più…
    Io dico si dico si può
    Sapere convivere è dura già, lo so.
    Ma per questo il compromesso
    è la strada del mio crescere.
    E dico si al dialogo
    Perché la pace è l’unica vittoria
    L’unico gesto in ogni senso
    Che dà un peso al nostro vivere,
    Vivere, vivere.
    Io dico si dico si può
    Cercare pace è l’unica vittoria
    L’unico gesto in ogni senso
    Che darà forza al nostro vivere.
    Il mio nome è mai più, mai più, mai più
    Il mio nome è mai più, mai più, mai più
    Il mio nome è mai più, mai più, mai più
    Il mio nome è mai più…

Commenta