Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 apr – Papa Bergoglio parla dei vaccini ed esorta la Comunità internazionale a superare i ritardi nella distribuzione: “Cristo risorto è speranza per quanti soffrono ancora a causa della pandemia, per i malati e per chi ha perso una persona cara. Il Signore dia loro conforto e sostenga le fatiche di medici e infermieri. Tutti, soprattutto le persone più fragili, hanno bisogno di assistenza e hanno diritto di avere accesso alle cure necessarie. I vaccini costituiscono uno strumento essenziale per questa lotta”.

Papa Bergoglio e il monito sui vaccini

Papa Bergoglio sui vaccini rivolge quindi un monito alla Comunità internazionale: “Nello spirito di un ‘internazionalismo dei vaccini’, esorto pertanto l’intera Comunità internazionale a un impegno condiviso per superare i ritardi nella loro distribuzione e favorirne la condivisione, specialmente con i Paesi più poveri”.

Vaccini e crisi sociale

“La pandemia è ancora in pieno corso; la crisi sociale ed economica è molto pesante, specialmente per i più poveri; malgrado questo ed è scandaloso non cessano i conflitti armati e si rafforzano gli arsenali militari”, denuncia ancora il Bergoglio. “Il Crocifisso Risorto – dice Bergoglio- è conforto per quanti hanno perso il lavoro o attraversano gravi difficoltà economiche e sono privi di adeguate tutele sociali. Il Signore ispiri l’agire delle autorità pubbliche perché a tutti, specialmente alle famiglie più bisognose, siano offerti gli aiuti necessari a un adeguato sostentamento”.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Una delle fedi che si piu’ si professano è quella sui vaccini, perdipiu’ sperimentali e dagli effetti nel medio lungo termine sconosciuti!

  2. Non è un caso che i vaccini vengano somministrati in alcune chiese; i satanisti vogliono sostituire la fede con la “sccienzza”.

  3. Avete MAI sentito il “gesuita” e massone parlare di …. RELIGIONE ????

    ora si spiega perchè ci sia da SEMPRE una regola , non scritta, che PROIBISCE di nominare un gesuita come successore di Pietro …..

    Certo francis , pur di far carriera , ha cambiato BTG, o come dicono i pretacci , ma sempre gesuita è !

    50 anni fa smisi d’ essere cattolico proprio perchè esistevano PRETACCI come lui … COMUNISTI ! (general Videla , ¿Por qué no te encargaste de eso?)
    ma , se parliamo di dottrina anche se non è più la MIA …

    Quanto a preparazione , io potrei fare il Prefetto del Sant’ uffizio ……
    peccato NON abbia FEDE , requisito fondamentale , ma manco Franceschiello mi pare CREDA ! Forse nel dio Danaro …..

Commenta