Il Primato Nazionale mensile in edicola

Sassari, 13 mag – Quando riaprire il proprio locale dopo la chiusura per il coronavirus costa di più che chiuderlo per sempre. E quindi si è costretti a mollare tutto e uscire di scena. Quanti titolari di esercizi di ristorazione e bar si trovano in questa situazione ora? Ancora non è chiara quale sarà l’entità del disastro economico che ha falciato il settore della ristorazione (e non solo quello).

C’è chi però ha deciso di uscire di scena, è proprio il caso di dirlo, «col botto». Come Gian Mario Fenu, proprietario della pizzeria Fanatic Club di Ploaghe, in provincia di Sassari. Dopo due mesi di chiusura imposta dal governo, l’uomo, come molti connazionali nella sua stessa situazione, ha dovuto gettare la spugna. E allora, un po’ per sdrammatizzare, un po’ – forse tanto – per trovare una valvola di sfogo alla propria rabbia, si è ripreso in un video mentre sfasciava il locale a colpi di mazza. «Grazie Covid-19», dice all’inizio del filmato. «Non ce l’ho con nessuno, semplicemente non ho la forza di ricominciare. Anche chiusa, quest’attività mi è costata 3mila euro al mese», ha scritto Fenu condividendo il video su Facebook.

Cristina Gauri

 

4 Commenti

  1. Non si riesce a capire… ma cosa czzzvolete che contionuino i contagi??? MA cosa deve fare quel santo uomo di conte?? Allora andate riaprite uscite e infettatevi a piu’ non posso cosi’ sarete contenti e felici!

  2. e si vede che questo pizzaiolo ha altre entrate di sicuro non lecite altrimenti non la sfasci una pizzeria tua!

  3. No, non dovevi distruggere la tua pizzeria, così hai fatto ciò che volevano loro.
    Dobbiamo invece imparare a spaccare loro la testa(dei soliti noti) e le loro sedi di partito.
    Dobbiamo insorgere contro questi traditori, dobbiamo far crollare questa nuova unione sovietica(UE).