Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 mag – “Beve 7 litri d’acqua al giorno ma è disidratata e forse dovrà rifare il vaccino”: la ragazza di Massa a cui hanno iniettato forse un intero flacone di Pfizer è in cura privatamente dal professor Fabrizio Pregliasco.

Sangue di Enea Ritter

La ragazza di Massa che ha ricevuto per sbaglio una overdose di vaccino

La studentessa a cui per sbaglio è stata iniettata una “overdose” di vaccino anti-Covid nonostante stia bevendo tantissima acqua continua ad essere disidratata. E’ l’effetto delle troppe dosi di Pfizer: sei secondo il referto iniziale, quattro secondo l’ospedale di Massa dopo alcuni accertamenti. La studentessa universitaria di 23 anni, già laureata con la triennale in Psicologia clinica all’università di Pisa che adesso frequenta la magistrale, è stata presa in cura da Pregliasco, virologo, docente all’università di Milano, direttore dell’Irccs di Milano e uno degli esperti che più si vede in tv. A confermarlo al Corriere della Sera è la madre della ragazza.

Black Brain

Forse dovrà rifare il vaccino: il sovradosaggio potrebbe aver annullato la produzione di anticorpi

Ironia della sorte, gli esperti spiegano che il sovradosaggio di vaccino potrebbe aver anche annullato la produzione di anticorpi. Pertanto la vaccinazione dovrebbe essere ripetuta. La giovane era stata sottoposta a vaccino perché frequenta uno stage medico. La studentessa ha deciso di non denunciare l’infermiera e il medico che l’hanno vaccinata. “Non farò nessuna denuncia penale ma è ovvio che se avrò in futuro gravi conseguenze qualcuno dovrà rispondere in sede civile – chiarisce la ragazza -. La mia tolleranza vale solo per l’infermiera o chi per lei ha sbagliato non per la struttura che comunque non può mai permettersi certe disavventure”. E se dovrà rifare il vaccino, ironizza: “Una dose sola, però”.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta