Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 ago – Virginia Raggi, la “sindaca” degli sgomberi fantasma e delle gaffe è di nuovo nella bufera. Stavolta a inguaiarla è una coincidenza assai sospetta tra un affidamento diretto di soldi pubblici per finanziare uno spettacolo di fuochi d’artificio proprio nel giorno e nel luogo dove ci sarà una cena elettorale targata M5S.



Raggi, fuochi d’artificio e soldi pubblici

Come disse Dylan Dog, quella della cena elettorale coi fuochi d’artificio a Ostia è “una coincidenza troppo strana. E io non credo nemmeno alle coincidenze normali”. E in questo caso, visto che è saltato il tradizionale spettacolo pirotecnico di ferragosto che si tiene presso il Pontile di Ostia, il fatto che per domanisia proprio quando ci sarà una cena elettorale presso il ristorante Zi Catarì, presso la rotonda di Ostia, una determina dirigenziale del X municipio impegna la somma di 27.450,00 per un affidamento diretto per tenere uno spettacolo pirotecnico presso la spiaggia la Fontana dello Zodiaco (lì davanti), è quantomeno … coincidente.

Black Brain

Tutti inca*zati, da sinistra a destra

Lo sdegno sulla Raggi e la festa a suon di fuochi d’artificio ovviamente è bipartisan: a sbottare per primo ad esempio è Possanzini di Sinistra Italiana: “Adesso basta. Tutto ciò è mortificante oltre che molto grave. Scriveremo al Prefetto per chiedere un autorevole intervento e alla Sindaca, alla Presidente uscente e al Candidato Presidente Alessandro Ieva, per chiedere che lo spettacolo pirotecnico venga annullato e le risorse risparmiate riallocate nei fondi destinati alla cultura”. Monica Picca, capogruppo della Lega in X Municipio dichiara: “Venti minuti di spettacolo pirotecnico per un evento di propaganda elettorale, alla faccia della trasparenza 5 Stelle. Presenteremo un’interrogazione urgente e ci auguriamo che almeno stavolta la sindaca rinunci alla solita passerella su un Municipio in cui regna il degrado. Di fatto trasparenza addio, ma almeno salverebbe la faccia”. Paula De Jesus, urbanista e storica attivista del X municipio candidata con rEvoluzione Civica di Monica Lozzi, dichiara: “Alessandro Ieva (candidato M5S al X Municipio) prepara la sua campagna elettorale con i soldi dei cittadini. Il 31 agosto ben 28mila euro saranno spesi per fuochi d’artificio sul mare, con il solito affidamento diretto (senza gara). Verrà chiusa la spiaggia libera SPQR e si terrà una cena (30 euro a testa). Ad oggi, all’evento di Ieva, non è seguita alcuna ordinanza della Capitaneria di porto né altra comunicazione all’utenza e alle autorità preposte al controllo e vigilanza. L’evento viene definito “istituzionale”. Alla faccia della trasparenza, con la Raggi fuochi d’artificio per tutti (…. purché siano cinque stelle) !

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta