Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 lug — «Resta in piedi!». Così il Blocco Studentesco risponde allo street artist Harry Greb che con una sua opera apparsa una settimana fa in via dei Neofiti a Roma, invitava i calciatori della Nazionale italiana di calcio a «fare la cosa giusta». Ovvero, a inginocchiarsi al globalismo e sottomettersi così alla morale politicamente corretta del Black lives matter.



«Resta in piedi» contro chi vuole sottometterti

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Il messaggio del murales che invita a stare in piedi con orgoglio va bene, anche per rispondere all’infame murales pro BLM. Quello che a mio parere non va bene è il braccio teso stile saluto romano. Perchè tutto ciò continua a propinare il solito clichè (che ai globalisti sta benissimo) di destra vs sinistra, fascisti vs antifascisti e altre dicotomie novecentesche che ormai non hanno più ragion d’essere.

  2. Ascoltate il consiglio, RESTATE IN PIEDI Se vi inginocchiate perderete per 3 a 0 dove 2 saranno i goal di Lukako e 1 autogoal . Poi andate a ringraziare i progresso-masochisti rossi .

Commenta