Il Primato Nazionale mensile in edicola

Genova, 23 nov – Valutare «la possibilità di ridurre l’uso della mascherina nelle scuole». E’ questa la richiesta che il Garante dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza della Liguria, Francesco Lalla, ha avanzato nei confronti dell’Autorità Garante Nazionale. Nella nota sottoscritta anche da Dario Arkel dell’Ufficio Garante regionale, Lalla ha domandato a livello nazionale – presso cioè la presidenza del Consiglio dei Ministri – che la questione possa essere analizzata con attenzione «e eventualmente renda possibili forme di alleggerimento e di flessibilità riguardo l’uso delle mascherine nelle scuole».



Psicologicamente dannose

La questione dell’obbligo di indossare mascherine in classe ha fatto aggrottare più di una fronte, soprattutto in ambito famigliare dove sempre più genitori iniziano ad esprimere le proprie perplessità ed esigere chiarimenti sulla misura. Nella lettera si precisa l’importanza della mascherina quale strumento di contrasto alla diffusione del Covid 19, ma evidenziano anche «gli aspetti psicologici di relazione e socializzazione con i compagni che comportano maggiori difficoltà per i bambini» e le controindicazioni legate a un uso prolungato, soprattutto fra i più piccoli.

Black Brain

Anche Bassetti si era espresso contro il loro uso

Un parere contrario all’uso dei dispositivi in classe lo aveva recentemente espresso un altro ligure, il professor Matteo Bassetti: «La mascherina chirurgica può causare ai bambini, sulla base di esperienze di utilizzo: senso di calore, irritazione, difficoltà respiratorie, fastidio, difficoltà di concentrazione, distrazione e bassa accettazione della maschera stessa. Inoltre, l’efficacia delle stesse non è stata dimostrata durante il gioco e le attività fisiche», aveva spiegato il direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, pubblicando sulla sua pagina Facebook il documento ufficiale dell’Oms e dell’Unicef sull’uso delle mascherine per i bambini a scuola.

Sull’obbligo della mascherina per gli studenti dai 6 in su, l’esperto aveva già fatto presente che «solo un ipocrita può pensare che a un bambino di 6 anni si possa mettere la mascherina per 6-8 ore al giorno. Basta entrare in una scuola per sapere che un bambino mette la mascherina e dopo un quarto d’ora se la leva». «Chi può pensare di lasciare la mascherina a bambini che parlano, che vengono interrogati, che fanno le loro attività? Lo dico da genitore, prima ancora che da medico», aveva sottolineato Bassetti.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta