Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 6 nov – Altro che bullismo, altro che zuffa tra piccole pesti. Una rissa, verosimilmente per futili motivi, tra bambini di 10 anni è finita a coltellate. Un episodio decisamente sconcertante avvenuto a Sava, in provincia di Taranto. Nel comune pugliese si sono affrontati tre ragazzini, un italiano, un marocchino e un albanese. Suona come una triste barzelletta, purtroppo però è tutto realmente accaduto.

Ad avere la peggio è stato l’albanese, accoltellato a un gamba e portato in ospedale. Fortunatamente le sue condizioni non sono gravi, ma resta la gravità del fatto. Del caso adesso si sta occupando il Tribunale dei minori, anche in relazione del ruolo dei genitori che hanno lasciato i figli senza supervisione.

Non si tratta poi di un caso isolato, è crescente il numero di risse tra adolescenti che ricorrono poi all’utilizzo di armi per “regolare i conti” tra loro. Spesso i ragazzini si danno appuntamento via social, quasi fosse una sorta di brutta moda del momento. Basti pensare alle continue risse avvenute lo scorso anno a Piacenza, quando a organizzare gli “scontri” con appuntamenti fissati in rete era un 15enne.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta