Roma, 6 nov — Mattinata con sorpresa per gli abitanti del quartiere di Nuova Ostia, a Roma. Dopo averlo annunciato soltanto un’ora prima sui social, l’ex vicepremier Matteo Salvini si è infatti presentato davanti al centro anziani di via del Sommergibile, dove ad accoglierlo si è radunata una folta folla di abitanti e di giornalisti. Vinto lo stupore iniziale, la cittadinanza si è riversata in strada con il corredo di applausi, cori di benvenuto e richieste di selfie che fanno abitualmente da contorno alle visite del leader del Carroccio.

L’abbraccio di Ostia Ponente

Insomma, Salvini è amatissimo anche qui, soprattutto dalle donne, che vedono in lui e la Lega l’unica speranza di riscatto di una zona messa in ginocchio dal degrado: quasi 8000 persone costrette ad abitare in condomini in cui la manutenzione ordinaria è assente, in cui i residenti rischiano materialmente la vita tra cornicioni che crollano, balaustre malsicure, perdite d’acqua, voragini stradali. Un quartiere di cui si parla malvolentieri e quando lo si fa è solo per ricordare che “A Ostia c’è la mafia”, dimenticando che lì ci vivono migliaia di famiglie, di donne, di bambini, che con la mafia non hanno niente a che spartire.

Un’amministrazione senza dignità

Salvini, accompagnato da consigliere capitolino Maurizio Politi e dai consiglieri municipali del X Monica Picca e Luca Mantuano, ha chiesto di vedere coi propri occhi le condizioni dei palazzi comunali del quartiere di Ponente, piagati dal disfacimento e dall’incuria.  “Sono qui a Ostia perché era tanto tempo che mi avevano chiesto di venire per tenere alta la voce sui problemi di questo quartiere, a partire dall’edilizia. Le case popolari del Comune, della Regione, dei privati“. E non è mancata nemmeno la stoccata alla Raggi: “Visto che di solito quando mi muovo io, lei si arrabbia mi insulta e poi si ricorda che esiste anche quel quartiere, mi auguro che la mia presenza a Ostia stimoli la signora Raggi a ricordarsi che esiste anche Ostia. A ricordarsi che i cittadini di Ostia pagano le tasse come tutti gli altri romani e che quindi hanno diritti ai servizi che hanno tutti gli altri romani“, ribadendo che “la signora Raggi potrebbe fare altro nella vita che non il sindaco di Roma, perché non è assolutamente all’altezza“.

Il giro per il quartiere

Dopo le interviste di rito, il lungo giro per le strade del quartiere, a toccare con mano (letteralmente, il leader della Lega ha anche raccolto dei laterizi caduti dai cornicioni di una casa) il drammatico stato delle cose. “Matteo, ti adottiamo”, “Matteo, salvaci tu”: Salvini non riusciva quasi a camminare, in mezzo alla calca di donne e uomini che reclamavano selfie e attenzioni – anche solo una parola di conforto o un saluto.

Luca Marsella, consigliere di CasaPound Italia del X Municipio, ha così commentato l’iniziativa del leader dell’opposizione: “Da anni siamo in prima linea a Nuova Ostia nonostante gli attacchi che abbiamo subito per aver combattuto per un quartiere abbandonato da decenni. Mi auguro che alle parole di Salvini seguano i fatti e che la prossima amministrazione di Roma si occupi concretamente di periferie e quartieri popolari”. 

Ecco il video:

Ecco le foto:

Cristina Gauri

 

Commenta