Roma, 30 sett-  Roma, bocciatura su tutti i fronti. Secondo i cittadini dell’Urbe, amministrata da Virginia Raggi, l’unica cosa che si salva tra i servizi pubblici è quello idrico.

Male pulizia delle strade e rifiuti

Lo zero in pagella più tetro va decisamente alla raccolta rifiuti e al pulizia delle strade; addirittura il voto scende stto il tre. Questi sono i dati che emergono dalla XII Indagine dell’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici di Roma Capitale. I risultati dell’esame fallimentare di Roma sono stati presentati stamattina in Campidoglio. A quanto emerge da queste statistiche, tutti i servizi pubblici per i romani sono in netto peggioramento rispetto a passato.

Trasporti, insufficienza in pagella

Il giudizio medio dei cittadini scende dal 5,33 dello scorso anno al 5,3 del 2019 (va notato che il giudizio medio non raggiunge la sufficienza dal 2014). Quello che abbassa molto la media dei voti a Roma sono le insufficienze del trasporto pubblico locale di superficie (4,1, mentre nel 2018 era 4,4) della metro (da 5.8 scesa a 5) e della raccolta rifiuti e pulizia delle strade, queste due ultime rispettivamente 2,7 e 2,8, quasi un punto in meno rispetto allo scorso anno.

Almeno, l’acqua potabile …

Il Municipio con i voti più bassi è senz’altro quello del centro storico, il I Municipio. Il giudizio sull’acqua potabile invece è dimostra una crescita del gradimento, con un 7,8 rispetto al 7,5 del 2018: è il voto più alto che i romani danno a servizi pubblici della Capitale. La sufficienza la raggiungono solo sono 9 servizi su 18. I servizi culturali sono tutti al di sopra del 6 , sebbene in calo di mezzo voto rispetto allo scorso anno. Bene alcuni servizi sociali e i taxi (6,0).

Periferia più “felice”

E i romani di periferia? Molto più felici dei romani del centro. Ostia e Montesacro sono i quartieri più vivibili. Il gradimento per la qualità della vita sale di 0,16 punti. Le valutazioni migliori sono state espresse nel III Municipio (Monte Sacro) e nella zona del litorale di Ostia, corrispondente al X Municipio, mentre il voto più basso lo incassa lo splendido centro storico, ovvero il I Municipio. Il quadrante est della città, quello del V e il XV Municipio, secondo i romani è il più penalizzato dallo scarso funzionamento dei mezzi pubblici e dei servizi pubblici tutti. Inoltre, secondo questi dati giovani e studenti sono felici di vivere a Roma, mentre chi riscontra maggiori difficoltà a vivere nella capitale sono gli anziani e i pensionati. Donne e dalle casalinghe anche rientrano tra gli insoddisfatti. Solo il 18% dei romani esprime ottimismo rispetto al futuro della Città Eterna.

Ilaria Paoletti

Commenta