Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 feb – Scene di una bestialità inaudita a Roma sulla Prenestina, dove un immigrato di origine ghanese ha aggredito una poliziotta in servizio spaccandole il setto nasale a pugni. Motivo? Secondo quanto riferito da Il Secolo l’agente di polizia stava cercando di difendere dalle angherie dello straniero una madre che si stava dirigendo a casa accompagnata dai propri bambini.



Il ghanese che ha massacrato la poliziotta era stato espulso 

L’increscioso episodio ha avuto luogo in via Pisino, angolo di via della Serenissima, nel quartiere Collatino. Lì la poliziotta, che si trovava nell’esercizio delle sue funzioni, è stata brutalmente aggredita dal ghanese. L’uomo è un cittadino extracomunitario di 40 anni di nome Adam Hebib. Ovviamente già noto alle forze dell’ordine e con una sfilza di precedenti penali per droga e reati contro la persona. Il ghanese era già stato raggiunto da un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale che nessuno aveva però applicato, lasciandolo così libero di delinquere nella pressoché totale impunità.

L’intervento degli agenti

Passava il tempo gironzolando nelle zone più frequentate del quartiere, con il solo scopo di importunare i passanti. Ieri la sua malsana attenzione si è focalizzata sulla donna, che stava rincasando accompagnata dai bambini. Le urla dell’immigrato, molesto e aggressivo, hanno attirato l’attenzione degli altri passanti. Qualcuno ha quindi deciso di allertare le forze dell’ordine. Di lì a poco è giunta la volante della Polizia, dalla quale è scesa una poliziotta 34 anni che aveva subito cercato di frapporsi tra il ghanese e la mamma con i bambini.

Una mossa che ha fatto imbestialire lo straniero, il quale ha iniziato a colpire l’agente con violenti pugni al volto fino a romperle il setto nasale. Non pago, il ghanese ha anche cercato di sfilarle il cinturone con l’arma. I tentativi della poliziotta di reagire per evitare altri colpi sono stati vani. La donna è stata condotta in ospedale dove ha ricevuto una prognosi di 15 giorni. L’extracomunitario è stato bloccato e arrestato per lesioni e minacce a pubblico ufficiale.

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta