Roma, 23 ago – La situazione sulle coste italiane ha raggiunto un punto di crisi del quale la politica italiana, impegnata nel gioco elettorale democratico, sembra essersi letteralmente disinteressata, girandosi dall’altra parte. Ormai si sono superati i 50mila sbarchi di immigrati nel territorio italiano dall’inizio dell’anno, secondo il Viminale nello stesso periodo lo scorso anno erano poco più di 35mila, le stime affermano che entro la fine del 2022 arriveranno almeno 77mila immigrati. Da domenica sono giunti sulle nostre coste in mille e ieri è avvenuto lo sbarco di circa 600 immigrati ad Augusta. La situazione sbarchi è scaricata tutta sulle spalle dell’Italia, soprattutto sui comuni, i quali si vedono subire il peso maggiore della problematica.

La sinistra e la mercificazione degli immigrati

Nel mentre la flotta delle Ong si sta allargando sempre di più, si contano circa 18 imbarcazioni sempre più grandi, ad indicare la volontà sempre maggiore di trasportare in modo premeditato numeri sempre più ingenti di stranieri sul suolo europeo. La matrice politica ed economica di queste Organizzazioni non governative è ormai lampante: la sinistra progressista dell’accoglienza si lega a grandi gruppi finanziari, in un connubio all’insegna del neoliberismo economico che mercifica anche la vita umana al grido di “libera circolazione per tutti”. La riprova è la donazione della nuova Open arms uno, costata 2,5 milioni di euro, donata dal miliardario Enrique Pineyro, direttore della Ong Solidaire, che ha visto avvenire il proprio battesimo a Barcellona, con la banchina colma di personaggi legati alla sinistra più globalista come il sindaco Ada Colau.

Attacco diretto all’Europa

Il 2022 si prospetta come una delle annate nere per quanto riguarda il tema sbarchi, spaccato di un periodo storico dove si sta compiendo l’obbiettivo di una società globalizzata e multietnica, cavalcato dal mercato e dal profitto, che ha come nemico naturale l’identità dei popoliin primis quello europeo che sta subendo da più fronti un vero e proprio attacco alla sua essenza.

Andrea Grieco

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta