Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 16 giu – Su internet non è vero niente. Anche le lauree. L’ha imparato a sue spese Imen Boulahrajane, nome “d’arte” Imen Jane, che si spacciava per “economista laureata alla Bocconi” e dava lezioni di economia sui social – e non solo. Sbugiardata da Dagospia che ha scoperto che la signorina non aveva conseguito alcun titolo all’università, ha dovuto mestamente fare mea culpa via storie di Instagram …

Sangue di Enea Ritter

Influencer “cocca” del Partito Democratico

L’influencer è una perla in seno ai Giovani del Pd (è stata persino candidata alle amministrative del 2013), stimatissima da Matteo Renzi, Beppe Sala e Anna Ascani. L’intraprendente influencer è addirittura stata ricevuta al Quirinale da Mattarella. Sul canale YouTube del Pd, secondo quanto riporta il Secolo d’Italia, la Boulahrajane si definiva “La giovane influencer (atipica) che racconta l’attualità, la politica e l’economia su Instagram”. La ragazza aveva addirittura parlato con piglio deciso all’assemblea del Pd. Obiettivo dei suoi strali ovviamente la destra. Figlia di immigrati, l’influencer è originaria di Tradate, dove si è anche candidata col Pd, e si fregia anche di essere stata vicesegretario provinciale. In un intervento nel corso di un talk show, in cui era ospite anche la Santanché, definì Salvini un “omuncolo”.

Black Brain

Ma Dagospia sbugiarda l’influencer

A rompere le uova nel paniere dell’influencer è arrivato Dagospia. La Jane si definiva “economista” e vantava una laurea all’Univesità Bicocca di Milano, peccato che Dago abbia accertato che non è assolutamente così. A una domanda molto precisa sul suo percorso di studi, nel corso di un evento di Goldman Sachs, l’influencer ha nicchiato. Dagospia ha chiesto allora delucidazioni direttamente all’università Bicocca. Risultato? Nessuna laurea per l’influencer cara al Pd, anche se in un’intervista con Donna Moderna sosteneva di essersi laureata nel 2017.

Il “pianto” dagli amici di Repubblica

Si è dovuta dimettere dalla testata online che dirigeva, Will, ed è andata a piangere da Repubblica: “Gli esami che mi mancano si contano sulle dita di una mano” si giustifica l’influencer “sapevo che stava per esplodere questo caso e da mesi ero ormai uscita di scena per studiare e riuscire a laurearmi prima che succedesse”. E si giustifica (male) anche nelle sue stories su Instagram: “Gli ultimi mesi sono stati pesantissimi. Tutto questo implica tempo e risorse che mi hanno portato a tralasciare gli studi, che poche settimane fa ho deciso di riprendere perché mi sento di dover chiudere un ciclo”. E ancora, dice l’influencer che dava con snobismo lezioncine alla destra e a Salvini: “Il progetto di vita di ognuno di noi è personalissimo non esistono linee rette. Ognuno si sceglie quello che è il suo ritmo”. Belle parole. Intanto, però, la parola “economista” è sparita dal suo profilo.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Anche se è pieno di laureati decerebrati ed il titolo non fa certo una persona intelligente, PD sta per Peggiori Dementi!

Commenta