Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 9 giu – Un uomo è stato ucciso nella sua abitazione a Piossasco, nel Torinese, dopo aver sorpreso dei ladri, che gli hanno sparato. Sul luogo stanno operando i carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Torino e della compagnia di Moncalieri. Rianimato dal personale del 118 per quello che sembrava un malore, l’uomo è deceduto. Trovato un bossolo, verosimilmente di un colpo sparato dai malviventi a seguito di una colluttazione con la vittima, che potrebbe essere stata colpita allo stomaco. L’ispezione del cadavere è ancora in corso. I banditi – si parla di due persone – si sono dati alla fuga.

Sangue di Enea Ritter

Sorprende i ladri in casa che gli sparano: architetto ucciso nel Torinese

Inizialmente la vittima è stata soccorsa per quello che sembrava un malore, dopo aver sorpreso nella notte dei ladri nel suo appartamento. Nonostante un tentativo di rianimazione, l’uomo è deceduto. Nel corso degli accertamenti però i carabinieri hanno trovato un bossolo: l’uomo potrebbe essere stato colpito allo stomaco. La vittima è un architetto che avrebbe compiuto tra pochi giorni 50 anni, Roberto Mottura, che viveva in una villetta di due piani a Piossasco con la moglie e un figlio di 12 anni.

Black Brain

A dare l’allarme è stata la moglie

A dare l’allarme – secondo quanto riporta La Stampa – è stata la moglie. I ladri intorno alle 4 di mattina sono entrati in casa dal retro della villetta, rompendo il listello di una finestra. Hanno rotto anche un vetro, e a quel punto è suonato l’allarme antifurto. L’architetto s’è svegliato ed è andato incontro ai ladri. Si parla di due persone. La dinamica dell’accaduto è al vaglio dei carabinieri. 

Ludovica Colli

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta