Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 7 gen – Mentre le immagini dell’occupazione di Capitol Hill da parte dei sostenitori di Trump rimbalzavano senza sosta da un media all’altro, ieri notte la sinistra italiana non ha perso tempo. Da Berizzi alla Boldrini, passando per Zingaretti, Renzi e Lerner si è unito il fronte compatto di coloro che, condannando senza appello il gesto dei supporter repubblicani, ha subito colto l’occasione per «suggerire» più o meno subliminalmente un bel repulisti di populismi e sovranismi nostrani. 



La sinistra italiana è preoccupata degli «attacchi alla democrazia» 

E’ successo in America, ergo potrebbe succedere anche qui, questa la scalcinata teoria di politici e intellettuali dell’establishment dello Stivale. Corollario: è necessario un bel giro di vite repressivo – da alcuni ventilato, da altri urlato istericamente ai quattro venti – per scongiurare il pericolo di un «attacco alla democrazia».

Black Brain

Apre le danze l’inviato di Repubblica e fascio-ossessionato Paolo Berizzi. Avremmo pagato oro, ieri sera, per assistere a quale varietà di emozioni sorgevano e morivano sul volto del giornalista orobico mentre twittava: «Il fascismo è finito eh? Vediamo i fantasmi eh? Il sovranismo populista non è un pericolo eh?», per poi aggiungere che, oltretutto, «Nel tentato golpe di Washington non si vede neanche una mascherina». Golpisti, nemici della democrazia e pure senza mascherina. Ve lo aveva detto, lui, che il sovranismo va spazzato via anche qui.

Laura Boldrini cinguetta a pappagorgia gonfissima: «Terrificante ciò che sta accadendo negli USA, dove il Congresso è stato assaltato dai sostenitori di Trump per impedire la ratifica della vittoria di Biden. Una situazione eversiva di cui Trump è responsabile. Il sovranismo populista è una minaccia per la democrazia!». Zingaretti attacca «Tutti vicini alla forza della democrazia americana per difenderla da questi attacchi. Ecco dove porta l’estremismo in politica».

Gad Lerner non si limita a stigmatizzare Trump ma pretende anche le scuse e il mea culpa di Salvini e Meloni: «Trump si conferma essere il criminale fomentatore di una destra golpista, fino a dare l’assalto al Congresso degli Usa. Vedremo se i suoi sostenitori nostrani Salvin e Meloni ne prenderanno doverosamente le distanze». Detto, fatto, i due si sono adeguatamente distanziati fin dalle prime ore dell’occupazione del Congresso. Chissà se Lerner lo riterrà sufficiente o pretenderà anche cilicio e letto di ceci sotto le ginocchia.  

Per la sinistra italiana la democrazia è una cosa seria (ma non ci fanno votare)

Matteo Renzi è quello che va meno per il sottile. Il leader di Italia Viva esulta così: «Adesso tutti insieme per difendere la democrazia, ovunque, contro populisti, violenti, nuovi fascisti». C’è un mondo in quell’«ovunque», anche se qualcuno dei suoi follower gli fa sommessamente notare che potrebbe cominciare proprio lui a difenderla, questa benedetta democrazia, «chiedendo ai tuoi ministri di dare le proprie dimissioni, annunciando di non sostenere più questo governo e di sostenere che, nel rispetto della democrazia, si debba mandare gli italiani alle urne».

Dulcis in fundo il vicesegretario del Pd Andrea Orlando ci spiega paternalisticamente che è molto dispiaciuto ma no, il populismo «anche quando nasce da ragioni profonde e reali, presto o tardi è destinato ad entrare in conflitto con le articolate regole della democrazia», quindi traiamone le scontate conclusioni. Perché la democrazia, cari inferiori, è «Un sistema complesso, che si presta a critiche (anche perché è l’unico che le tollera) ma che è il migliore che l’uomo abbia escogitato».

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

8 Commenti

  1. Davanti ai morti sanno dire e posizionarsi solo così?!
    Lontani i tempi di S.Saltarelli, G.Zibecchi, R.Franceschi, G.Masi, C.Giuliani, eh?
    Morti di serie A e morti di serie Z? Proprio e solo sciacalli!

  2. Paura eh!? Magari succedesse: una sanificante marea, che spazza via questo verminaio di teatranti, subdoli e traditori della Patria!

  3. Sovranismo ???? che CAZZO c’entra ????

    Ho appena sentito Capranica (Capra ! Capra! Capranica!) sparare cazzate su Canile 5 …..

    Hanno tradotto Bidè ma NON IL PRESIDENTE degli USA , strano , vero ?…. e la CAPRA evidentemente NON capisce l’ AMERICANO …. anche se ha passato una vita a Londra !!! e come la sciattona che stava in Cina spara CAZZATE su TRUMP ….

    La realtà è SEMPLICE

    Trump rappresenta i WORKERS , che si sono ROTTI i coglioni di mantenere gli “altri” , ha ridotto i sussidi e i COSTI dei “pesi morti”
    abbassando di conseguenza le TASSE , ha creato le basi per il rientro
    delle produzioni sul suolo USA , colpendo il GLOBALISMO , cioè la
    POVERTà GLOBALE che arricchise solo , per esempio gli Elkan …..
    in sostanza ha RIDATO SPERANZA ai VERI AMERICANI !!!!!

    bidè rappresenta gli altri …. i ricchisssssimi bezos , gates , soros . 4 o 5
    professorini IGNORANTI , attori e gente che vive di cinema e …..
    la MASSA che vive di SUSSIDI !!!! in gran parte … NEGRI !!!!

    Ovvia la rivolta , soprattutto DOPO 6 mesi di BUFFONATE BLM ……

    Finirà MALE …. ma io non ho mai amato l’ America . quindi CAZZI loro ,
    Trump mi è simpatico , ma non ce la farà con i MFIOSI che non lo
    volevano PRESIDENTE ….. e già hanno mandato giù 4 anni ….

    La differenza con l’ Italia ???? In america è legale avere ARMI da FUOCO , e bidè questo NON potra MAI cambiarlo ….
    La GUN and RIFLE association è PIù potente del presidente ….
    e ….. Sleepy Joe , ricordati dei Kennedy !

    😎

  4. “… la sovranità appartiene al Popolo” articolo primo della Costituzione italiana e nessun sovranistapopulista che DENUNCI per ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE chi invoca e agisce ed HA AGITO, per togliere sovranità al Popolo italiano… NESSUNO è mai stato denunciato
    Abbiamo un’opposizione di complici o di ignoranti

  5. Parlo in generale, non di una persona specifica.
    Sembra ironico se non ridicolo, quello che leggo in questi giorni. Mi pare che alcuni degli stessi che ci hanno tolto molte libertà, calpestando a volte la costituzione, si ergano a difensori della democrazia.. che faccia tosta.
    Tralasciando per il momento il lockdown totale usato anche in altri paesi, ma ha una durata limitata, dire: cosa è più importante fare e cosa no, dire che puoi uscire il giorno sugli autobus pieni(non hanno messo nemmeno i distanziatori nella mia città nel nord Italia) ma non puoi fare una passeggiata la sera, perchè scatta il coprifuoco. Nemmeno se sei da solo in zone poco affollate.
    Ti dicono che puoi uscire per andare a trovare un parente(autocertificandolo) in alcuni giorni di festa ma non per fare una passeggiata con la fidanzata in zone magari per niente affollate.
    Oltre al fatto che i risultati sono sotto gli occhi di tutti.. questo a casa mia è dire “cosa puoi fare e cosa no..” andando ad incidere su scelte personali e soggettive. Non c’è niente di democratico, a mio parere. Senza parlare di danni sul lavoro, vita sociale che subiscono le categorie che vengono penalizzate.
    Visto che la questione si sta “cronicizzando”, sarebbe “questa” la libertà che vanno tanto sbandierando? oppure parlare di democrazia vale solo quando fa comodo a loro? per criticare gli avversari.

  6. A questo punto meglio coalizzarci in qualche modo per creare una resistenza e un CLN , sara’ dura e’ una guerra questa in corso , dopotutto c’e’ stato un colpo di stato negli USA e questo la dice lunga quanto ci sia del marcio, nessuno verra’ a liberarci sara’ la nostra unione e se serve anche la forza a liberarci di questo letame , ma sara’ lunga la cosa molto lunga , prepariamoci al peggio

  7. Di denunce ce ne sono state parecchie ma i magistrati o le hanno prontamente liquidate o – al massimo – hanno emesso sentenza di “non luogo a procedere”. D’altronde, il travolgente accavallarsi dei DPCM, pare sia servito proprio a boicottare eventuali denunce dato che ogni nuovo DPCM annullava quello precedente rendendo, in questo modo, obsoleta e inutile ogni singola denuncia. Il sedicente “avvocato del popolo” conosce bene il suo mestiere…

    Circa lo sciacallaggio della sinistra, dico che non mi sorprende; bisogna ammettere che loro sono:

    1) ricchissimi e super-organizzati;

    2) seppur divisi su alcune questioni, riescono a compattarsi contro chiunque tenti anche solo di proporre una narrazione differente;

    3) nel giro di 76 anni sono riusciti, con grande abilità e pazienza, a scalzare il dominio filo-USA della DC sostituendosi ad essa immediatamente dopo il repulisti di “Mani Pulite”;

    4) hanno piazzato i loro uomini in tutti gli apparati statali;

    5) dagli anni ’70 ad oggi hanno conquistato (quasi) tutto l’àmbito della magistratura italiana;

    6) possiedono il 70% dell’editoria generalista, comprese RAI e qualche TV privata;

    7) il 90% del corpo docente della scuola italiana è formato da ex-settantasettini o comunque, da persone di formazione o ultra-liberale (radicali) o marxista;

    8) sono agguerriti e sanno essere particolarmente feroci e sadici quando occorre;

    9) hanno, dalla loro parte, la manovalanza teppistica dei CSOA che ufficiosamente condannano ma che, nei fatti, non contrastano se non in maniera blanda;

    10) stanno progressivamente arruolando i “nuovi italiani” e tutte le minoranze che riescono a scovare.

    Ora, almeno in tutti questi ultimi vent’anni, il cd. “centro-destra” cosa ha costruito? Risposta: NULLA! Il “centro-destra” è una pseudo-entità informe, incoerente, priva di dottrina e incolta, senza idee e senza un progetto o un’idea di Italia veri e propri. Domandate alla signorina (mi risulta che non sia nemmeno sposata, lei che si dice cattolica!) Giorgia Meloni e al giornalista Francesco Storace che fine abbia fatto il progetto della emittente televisiva sovranista “Italian Television” (in inglese, ovviamente, da buoni sovranisti)…

Commenta