Roma, 28 set — Oliviero Toscani che dà della volgare a Giorgia Meloni: oggettivamente siamo in presenza del proverbiale bue che dà del cornuto all’asino. L’ex fotografo di punta  Benetton, anti italiano, autorazzista, immigrazionista, egoriferito e con patologiche manie di grandezza ha parlato ieri ai microfoni della Zanzara su Radio24, l’unica trasmissione in Italia che raccoglie i suoi deliri. Così, per il gusto del grottesco da dare in pasto ai propri ascoltatori.

Toscani che dà della volgare alla Meloni

A molti non sarà sfuggito che a Toscani è concesso di esprimere la propria opinione sugli accadimenti correnti quelle due o tre volte l’anno, quando Cruciani si ricorda di telefonargli per sentirlo sproloquiare. E nella puntata di ieri non ha nascosto il proprio disappunto per il risultato delle elezioni politiche, esibendosi nel suo solito teatrino: «Cosa ho provato quando ho capito che Meloni avrebbe vinto? Veramente non sapevo se era Wanna Marchi o la Meloni: urla, strabuzza gli occhi pitturati di blu, mostra le unghie rosse. Fa tutta la pseudo-figa. Direi che è abbastanza volgare», afferma evidentemente senza essersi guardato allo specchio.

Gli italiani? Tutti cogl**ni

Poi passa alla pratica del suo sport preferito, cioè insultare gli italiani che non la pensano come lui. «Gli italiani che l’hanno votata? Quando la maggioranza è cogliona, hai una democrazia cogliona. Gli italiani che hanno votato sono deficienti per me. Non mi dite che il ritorno di Berlusconi sia normale. Questo Paese non è normale». Lo ammettiamo, dà una certa soddisfazione vederlo così incazzato. I conduttori della Zanzara Cruciani e Parenzo richiamano Toscani, invitandolo al rispetto delle scelte elettorali dei suoi connazionali. Ma lui procede dritto e rincara la dose: «Ci sono stati anche italiani che hanno scelto Mussolini, c’è gente che oggi sceglie Orban. Sì, si sceglie, ma si scelgono cagate. Questi non sono preparati. Non che gli altri lo siano».

Persino Letta non gli va bene

Il fotografo ne ha anche per la sinistra: «A me Enrico Letta sta proprio sulle palle. Madonna, è uno senza carisma, un pesce morto, un vecchio democristiano. Non tornerà il fascismo. Torna Berlusconi e la Meloni sarà un’altra cosa. Io ho votato Emma Bonino, che non è stata eletta. Ho 80 anni, da una vita pago le tasse, ho servito il mio Paese e mai ho avuto la soddisfazione di vedere al governo qualcuno che ho votato. Mai». Ecco spiegato il motivo di tanta acrimonia… Per citare un ex sindaco fiorentino, «stai sereno, Oliviero». 

Cristina Gauri

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Ma nessuno ordina un TSO – (che vorrebbe dire TRATTAMENTO SANITARIO OBBLIGATORIO) – per questo avanzo della natura?

  2. Prima guardatelo bene, poi rispondete, intanto rispondo io : ma che se ne fa l’Italia di un personaggio così ???

Commenta