Roma, 18 ott – Alta tensione a Trieste, con gli idranti della polizia in azione contro il presidio dei portuali. Le forze dell’ordine stanno così tentando di sgomberare i manifestanti che protestano contro l’introduzione del green pass.

 

Scene impressionanti di gente seduta a terra, inerme, davanti ai blindati della polizia. Un lavoratore sarebbe rimasto ferito. “Prima che arrivassero  il varco era aperto perché c’erano dei camion che stavano entrando. Adesso sono arrivati loro e si è bloccato tutto”, racconta al Primato un manifestante. “Stanno usando gli idranti anche contro donne e persone anziane”.

 

“La gente come noi non molla mai”, “Libertà”, “Vergognatevi”, gridano i manifestanti.

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Se qualcuno po’ e vuole diffonda su twitter e facebook da cui sono escluso.

    Pare chiaro che l’informazione, soprattutto ai portuali non arrivi.

    Il 40% di loro non è vaccinato, anche non bloccare fisicamente gli accessi bloccherebbe le operazioni in maniera molto più sicura per loro stessi
    http://massimosconvolto.wordpress.com/2021/10/14/riscatto/

    e a breve lo Stato non avrà più neanche i soldi per finanziare la repressione se dopo essere passati dal medico passano dal bancomat 😀
    http://massimosconvolto.wordpress.com/2015/06/07/rivoluzione-disarmata/

    L’episodio conferma che la fisicità non paga, meglio protestare con la testa.

Commenta