Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 21 lug – Un uomo armato sta tenendo in ostaggio circa 20 persone a Lutsk, città ucraina a circa 400 chilometri a ovest di Kiev. L’uomo ha sequestrato un bus con le persone a bordo e stando a quanto reso noto dai media locali sarebbe armato e avrebbe con sé anche degli esplosivi. La polizia ucraina ha riferito di aver sigillato il centro della città.

Gli agenti avrebbero poi già identificato l’aggressore e non sembrerebbe collegabile a cellule terroristiche. L’uomo avrebbe infatti espresso frustrazione per il “sistema ucraino” sui social. Alcuni media ucraini riferiscono che sul posto del sequestro si sono sentiti degli spari, ma non si sa se vi siano feriti.

“Stamattina abbiamo ricevuto un messaggio in cui si parlava di un uomo che ha preso in ostaggio un autobus con circa 20 persone a bordo nel centro di Lutsk, l’uomo ha esplosivi e armi. L’operazione ‘Ostaggi’ è in corso nell’area. Il centro della città è stato isolato per la sicurezza dei cittadini. Tutte le forze di polizia sono a lavoro sul luogo”. E’ quanto scritto su Facebook dalla polizia ucraina. Intanto il ministero dell’Interno ha spiegato che è stato il sequestratore a mettersi in contatto telefonicamente con la polizia, presentandosi come Maksim Plokhim.

Intanto sui social il sequestratore ha pubblicato un video in cui afferma di “non avere fiducia nel sistema ucraino e invita le persone a “combattere il sistema”.

In aggiornamento

Eugenio Palazzini

1 commento

Commenta