Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 apr – “Guardi, io so che Walter era veramente in crisi da tempo, aveva paura di non riuscire più a fronteggiare le tante spese che abbiamo. L’economia di casa. A causa del Covid ci siamo impoveriti, lo sa?”. Così Claudia Carbonara, moglie dell’ufficiale Walter Biot, capitano di fregata arrestato ieri per spionaggio militare. Intervistata dal Corriere della Sera, la moglie dell’ufficiale italiano azzarda una difesa improbabile del marito. Il Covid li ha impoveriti? Posto che sia vero, è esattamente quanto accaduto alla gran parte delle famiglie italiane. “Mio marito non voleva fottere il Paese, scusate la parola forte. E non l’ha fatto neanche questa volta, ve l’assicuro, ai russi ha dato il minimo che poteva dare. Niente di così compromettente. Perché non è uno stupido, un irresponsabile. Solo che era disperato. Disperato per il futuro nostro e dei figli. E così ha fatto questa cosa…”.

Ufficiale arrestato, la moglie: “Tremila euro non bastavano più”

Peccato che quel “minimo” pare proprio siano documenti riservatissimi, dossier italiani, ma anche documenti top secret della Nato. E non “poteva” affatto consegnarli ai russi. Non ci sarebbe neppure bisogno di spiegarlo, ma il gesto di Biot rischia seriamente di compromettere la sicurezza nazionale. Oltretutto parliamo di un ufficiale che lavora allo Stato maggiore della Difesa, con uno stipendio di circa 3mila euro al mese. Era davvero in crisi economica? Secondo la moglie di Biot sì, perché “tremila euro” a suo dire “non bastavano più per mandare avanti una famiglia con 4 figli 4 cani, la casa di Pomezia ancora tutta da pagare, 268 mila euro di mutuo, 1.200 al mese. Eppoi la scuola, l’attività fisica, le palestre dei figli a cui lui non voleva assolutamente che dovessero rinunciare”.

“Avrà pensato a non pregiudicare l’interesse nazionale”

Sorvolando sull’elenco delle spese, Claudia Carbonara è una psicoterapeuta specializzata in sessuologia clinica, esperta di terapie individuali e di coppia. In famiglia non potevano contare su altre entrare oltre al lauto stipendio di suo marito? Suvvia. Eppure la moglie dell’ufficiale arrestato sostiene che “non riuscivamo ad andare avanti, a campare”. E che “anche se ha fatto quello che ha fatto sono sicura che avrà pensato bene a non pregiudicare l’interesse nazionale”. E’ esattamente il contrario, perché se davvero ha fatto quello che ha fatto ha proprio pregiudicato l’interesse nazionale. Tutto andrà ovviamente dimostrato, ci sarà un processo e vedremo cosa salterà fuori. Nel frattempo è però auspicabile che questa vicenda non si trasformi nell’ennesima sceneggiata per telespettatori curiosi. C’è tutto tranne che bisogno di accendere i riflettori sulla vita privata di un ufficiale che in quanto tale, per l’appunto, avrebbe dovuto tutelare l’interesse nazionale.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Poco tempo fa discorrevo del più e del meno con una cara persona, pure paracadutista verde Viterbo quando la Folgore era vietata, un uomo “normale” come si diceva giustamente, con stima, una volta. Davanti alla mia obiezione che il sottoscritto non ha mai avuto un prezzo, diversamente da altri, mi rispose: se si hanno figli, oltre tutto tanti, purtroppo non è così: ogni uomo ha il suo prezzo! Tra l’ altro, un soggetto con quattro figli la porcata (grave), l’ ha fatta anche a me! Più figli ci sono e più in questo sistema si è vulnerabili… Alla libera riflessione!

  2. Giá solo per il gesto andrebbe fucilato. Con le affermazioni della moglie sarebbe da fucilare pure lei.

  3. Sento i “buoni” politici parlare da DECENNI di aiuto alle famiglie …..
    evidentemente parlano solo della LORO !
    In Francia le cose sono meglio , basterebbe copiare le loro leggi ……

    Negli anni 80 calcolavo gli stipendi in una azienda da 1.600 dipendenti ,
    già allora gli Assegni Familiari venivano erogati ad una esigua minoranza . Mi pare bastassero 2 max 3 paginette , alla fine ne restò UNO SOLO ,
    monoreddito con , mi pare , 5 figli , e la LAUTA cifra era sotto le 100.000
    lire ……

    Ma …. il marinaretto prende 3.000 euri !!!!! pari a 6.000.000 di lire …..
    non proprio una miseria !
    Quindi un “normale” graduato o semplice Caramba o Poliziotto da meno di 1.400 euri al mese , che rischia la vita tutti i giorni per quella MISERIA ???

    Una VERA Signora , dall’ elegante eloquio , proprio la moglie di un SIGNOR UFFICIALE !!!!! ….. a già io ero nell’ Esercito , altre TRADIZIONI .

    Per la cronaca , non lasciai l’ Esercito per la paga bassa , ma perchè mi “annoiavo” ,ma la botta finale me la diede un allarme NATO (serio) , diciamo che rimasi insoddisfatto dell’ armamento fornito alla mia compagnia ;

    Gli EROICI ARDITI combattevano pugnal fra i denti e le bombe a mano …
    io avrei dovuto accontentarmi della sola baionetta ….. e NON esagero .

Commenta