Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 giu – Vaccini anti-Covid liberi per tutti in Italia a partire da domani. Da giovedì 3 giugno, infatti, le prenotazioni saranno libere e non più per fasce d’età. Intanto le regioni portano avanti il loro piano vaccinale, con il Lazio impegnato in una nuova “open week” AstraZeneca, la Lombardia che apre dalle 23 di oggi anche ai minorenni, la Toscana che vaccina futuri sposi e maturandi e il Piemonte che estende anche ai 18enni le immunizzazioni “last minute” e si prepara per un turno serale/notturno di somministrazioni. Il governo punta sulla campagna vaccinale (che spazza via il Covid) per eliminare le restrizioni ancora in vigore e riaprire del tutto il Paese

Sangue di Enea Ritter

Figliuolo: “Dal 3 giugno vaccini liberi per tutti, senza fasce d’età”

Dal 3 giugno si darà la possibilità alle regioni e alle province autonome di aprire su tutte le classi seguendo il piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione, anche quelli aziendali”, ha annunciato nei giorni scorsi il commissario straordinario all’emergenza coronavirus Francesco Paolo Figliuolo. “Le dosi a disposizione saranno 20 milioni“, ha precisato il generale, e ogni regione dovrà regolarsi sul numero di dosi, ma quello che bisogna “evitare è la rincorsa tra regioni per avere più vaccini”. Giugno, dunque, per il commissario straordinario sarà il mese della “spallata al Covid” (qui i dati ufficiali sulla campagna vaccinale).

Black Brain

In arrivo altri 800 punti vaccinali

Stanno per aprire 800 punti vaccinali aggiuntivi, ieri Figliuolo ha inaugurato quello di Confindustria a Roma. In tutte le regioni stanno mettendo a punto la rete di rifornimenti con le Asl, anche grazie al super rifornimento di dosi Pfizer che sarà utilizzato anche per questo canale. Tra le prime il Piemonte, la Lombardia, il Veneto, la Toscana, la Puglia e il Lazio. I locali per le vaccinazioni sono stati tutti vagliati dalla struttura commissariale. Servirà l’ausilio dei medici aziendali, oltre alla rete dei laboratori Inail per le piccole imprese che ne sono sprovviste.

I piani di Lazio, Lombardia e Toscana

Sul fronte delle regioni, da oggi, festa della Repubblica, al via la nuova “open week” AstraZeneca per gli over 18 nel Lazio. “I posti a disposizione sono esauriti e verranno implementati per sabato 5 e domenica 6 giugno, sempre con ticket virtuale sulla App Ufirst. I ticket verranno staccati da giovedì 3 giugno”, ha annunciato ieri l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio d’Amato. In Lombardia, dalle ore 23 di oggi tutti i cittadini appartenenti alla fascia 12-29 anni potranno prenotare la propria vaccinazione. “Nel complesso 1,75 milioni di persone”, scrive su Twitter Letizia Moratti, vicepresidente della Regione e assessore al Welfare della Regione, che esorta: “Forza giovani, vaccinatevi”. In Toscana chi sta convolando a nozze sarà sufficiente una telefonata per prenotare il vaccino. La linea è attiva da oggi e il numero da chiamare è lo stesso a cui in Toscana ci si può da tempo rivolgere per qualsiasi informazione sull’emergenza sanitaria in corso: lo 055.9077777, un call center rivolto a tutti i cittadini e attivo dalle 9 alle 16 di ogni giorno.

A Bologna tensioni durante l’assalto ai vaccini del primo open day

In Emilia-Romagna invece si registrano tensioni all’assalto ai vaccini in occasione del primo open day, all’hub della Fiera di Bologna. Già dalla nottata, circa 5mila persone si sono accampate e messe in fila per ricevere una delle 1.200 dosi di vaccino Johnson&Johnson disponibili. La tensione tra persone in fila e l’organizzazione ha costretto i carabinieri a intervenire. Tra la gente ammassata fuori dalla porta dell’hub alcune persone si sono sentite male e al momento sono state soccorse dal personale sanitario.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Che quadretto idilliaco… specie per le banche. Vero L.Moratti, non sai insegnare altro ai giovani a rischio di ottimismo distruttivo?! Tuttologa parecchio cieca e acritica.

Commenta