Il Primato Nazionale mensile in edicola

Firenze, 3 apr – E’ polemica sul video, rimbalzato dalle chat Whatsapp ai social, che mostrerebbe i figli di Matteo Renzi mentre giocano a pallavolo nel giardino della casa di Pontassieve, in provincia di Firenze, dove il leader di Italia Viva risiede con la propria famiglia. A filmarlo e diffonderlo sarebbe stato un vicino di casa; nello stesso video si può ascoltare il commento dell’autore, il quale sostiene che, assieme ai figli di Renzi, vi sarebbero anche degli amici in visita accompagnati dalla scorta del senatore, in barba a divieti e restrizioni:

Da Renzi è arrivata subito la secca smentita, prima in un audio in cui ha spiegato come in realtà nel video si vede chiaramente che i suoi figli siano nel giardino di casa assieme a lui con sua moglie: «Forse anche a voi è arrivato un video in cui si dice che io utilizzerei i mezzi della scorta per andare a prendere gli amici dei miei figli e far loro giocare le partite in barba alla quarantena violando le leggi e le regole – spiega – È l’ennesimo incredibile, vergognoso attacco che devo subire e che deve subire soprattutto la mia famiglia. Non c’è nessuna macchina. C’è un vicino di casa che sarà denunciato in sede civile e penale, che non soltanto vìola ogni tipo di regola registrando un video con minorenni in casa altrui, ma soprattutto dice falso quando dice che sono cinque persone amiche dei figli di Renzi».

Continua la violenza diffamatoria contro di me e contro la mia famiglia. Da qualche ora gira un video in cui si sostiene…

Gepostet von Matteo Renzi am Freitag, 3. April 2020

«Chi guarda il video – ha concluso Renzi -., riconosce che ci sono i miei tre figli, e i due presunti amici siamo io e Agnese, babbo e mamma. Siamo noi cinque, una famiglia che sta vivendo la quarantena e che avendo la fortuna di aver un giardino è fuori, dentro il rispetto di tutte le regole. Però è costruita una storia che infama e inquina». Renzi ha poi ribadito la smentita e l’intenzione di denunciare il vicino in sede penale per violazione della privacy in un post su Facebook.

Cristina Gauri

6 Commenti

  1. Una bella denuncia e qualche migliaio di euro per danni saranno una buona risposta al cretino che l’ha filmato e diffuso…:)

  2. Certi politici sono comunque sempre pronti al vittimismo, quando milioni di italiani “anonimi”, magari già in difficoltà prima della pandemia covid19 e puntualmente ignorati dai partiti liberisti ed europeisti, soffrono da incolpevoli una reclusione forzata, magari senza balconi, terrazze o tanto meno ville con giardini, parchi, piscine, campi sportivi eccetera.. 😡

    • Può anche fare a meno di fare del vittimismo, dovrebbe pensare prima di parlare il caro Renzi, che di palle pure lui ne ha raccontate a bizzeffe quando era presidente del consiglio, ha preso per il culo tutti gli italiani sperperando soldi a palate (vedi l’aereo personale che usava con i nostri soldi)… Non è nemmeno sicuro che sia il vicino a fare i video, può essere chiunque… Sarebbe meglio che facesse a meno di fare la vittima il caro Renzi, ipocrita!

  3. A prescindere dai soggetti coinvolti e dal politico furbastro più uguale negli altri, queste vicende riguardanti bambini trattati da criminali perché giocano a palla tra di loro finiranno nei manuali di storia a testimonianza di un periodo surreale. Come ciò sia stato possibile particolarmente in Italia non ci è dato sapere grazie al governo responsabile della catastrofe che ha posto il segreto di stato sulle proprie malefatte