Milano, 25 dic – Un altro caso di stupro nel milanese dove, lo scorso venerdì, una donna di quarant’anni residente nell vicinanze è stata aggredita mentre faceva jogging nei pressi di Locate di Triulzi, ultimo comune della zona sud/est della città metropolitana di Milano, da un uomo ancora non identificato. Secondo le ultime ricostruzioni si tratterebbe di un giovane straniero sui vent’anni, presumibilmente nordafricano, il quale avrebbe seguito e violentato la vittima una volta entrata nei pressi di un bosco.

Avrebbe consumato lo stupro dopo aver seguito la donna

La donna, dopo essere stata abusata, è riuscita ad avvisare tempestivamente le forze dell’ordine, le quali sono a lavoro per dare un volto all’uomo che l’avrebbe bloccata alle spalle mentre faceva jogging e l’avrebbe costretta a un rapporto sessuale completo dopo averla trascinata con violenza tra la boscaglia. Gli investigatori, oltre ai rilievi tecnico-scientifici, stanno verificando “se la vittima possa essere stata seguita nel percorso”, così da capire la dinamica dello stupro; le prime dichiarazioni fornite dalla vittima sembrerebbero identificare l’individuo come un giovane dall’inflessione nordafricana e carnagione olivastra.

Le conseguenze dell’immigrazione

La città metropolitana di Milano mostra ancora una volta il lato oscuro dell’immigrazione di massa senza controllo e tutte le conseguenze di questo fenomeno. Ormai a Milano e provincia non si contano più i casi di stupro, violenza, aggressione da parte di immigrati e gruppi di giovani stranieri di seconda generazione. La stessa gestione della giunta Sala targata Partito democratico nel capoluogo è un esempio lampante di come la politica immigrazionista favorisca soltanto episodi di degrado e violenza.

Andrea Grieco

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta