Il Primato Nazionale mensile in edicola

New York, 8 giu – Barack Obama ha ammesso che la cancel culture sta esagerando e che persino sua figlia comincia a trovarla “pericolosa”.

Sangue di Enea Ritter

Obama sulla cancel culture

Obama ha parlato con Anderson Cooper della CNN per uno speciale  intitolato Barack Obama on Fatherhood, Leadership and Legacy (Obama a proposito di paternità, potere ed eredità), andato in onda lunedì sera. Nell’intervista, sebbene secondo il Daily Mail abbia avuto un taglio “adulatorio”, l’ex presidente ha anche ammonito sui pericoli della cosiddetta cancel culture, che sarebbe addirittura controproducente per raggiungere la pacificazione tra diverse culture e razze.

Black Brain

L’impegno politico di Sasha e Malia

Obama ha infatti affermato che, sebbene a suo parere nella storia attuale degli Usa la cultura di “schiavitù” e razzismo sarebbero ancora esistenti, crede che la cancel culture comporti anch’essa i suoi “pericoli”. L’ex presidente Usa sostiene che le sue figlie Sasha, 19 anni, e Malia, 22, che hanno partecipato alle proteste Black Lives Matter sulla scia dell’omicidio di George Floyd da parte del poliziotto bianco Derek Chauvin nel Memorial Day 2020, hanno molti dubbi.

“Non si può essere sempre politicamente corretti”

“Vedo che in questa generazione non si accetta quello che io e te potremmo aver tollerato”, ha detto. “C’è un senso di benessere, ovviamente non è accettabile che un sistema di giustizia penale sia contaminato dal razzismo. Ovviamente non puoi discriminare qualcuno a causa del suo orientamento sessuale”, insiste il democratico. Tuttavia, sebbene questa generazione venga da lui definita “strategica” nello spingere per il cambiamento, anche loro “non possono aspettarsi che tutti siano perfetti“.

“Almeno nelle conversazioni con mia figlia, penso che molti dei pericoli della cancel culture riguardano il fatto che se presa alla lettera dovremmo passare il tempo a condannare le persone” ha detto Obama, che sostiene che questa paura sia condivisa anche dalle figlie. “Non possiamo aspettarci che tutti siano sempre politicamente corretti. Criticheremo le istituzioni o gli individui se si comportano in modo crudele, se discriminano le persone, questo si”.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta