Roma, 6 nov – Uno spettro si aggira per l’Europa: il sovranismo. Tutti ne parlano, ma nessuno riesce a definire che cosa sia. E se anche un ex diplomatico e acuto intellettuale come Sergio Romano non ci capisce nulla, allora vuol dire che la situazione è davvero grave. Grave per i globalisti, beninteso. Il nuovo libro dell’editorialista del Corsera, uscito da qualche giorno in libreria, lascia esterrefatti. A cominciare dal titolo: L’epidemia sovranista (Longanesi). Il sovranismo, pertanto, non sarebbe una categoria politica, ma una malattia contagiosa che, una volta curata, sparirà come d’incanto. Una pia illusione, che tradisce speranza anziché profondità d’analisi.

Populismo e sovranismo non sono la stessa cosa

Ma, al di là del titolo, il libro di Sergio Romano è davvero un concentrato di luoghi comuni che non aiutano affatto a descrivere il fenomeno preso in esame. Innanzitutto, l’autore confonde sovranismo e populismo, ignorando una differenza sostanziale: se il populismo è uno stile politico, o tutt’al più una mentalità, che può accomunare la Lega salviniana anti-immigrazione e gli spagnoli multiculturalisti di Podemos, il sovranismo implica invece un programma ben più definito. Frontiere, confini, sovranità, comunità, identità ne delimitano il perimetro. Perimetro da cui restano fuori i populismi di sinistra alla Corbyn o alla Mélenchon, ma in cui possono rientrare movimenti e partiti che non sono affatto populisti.

L’Internazionale del Male

Per rendere l’idea del livello dell’opera, nonché della confusione terminologica che crea, bastino questi esempi: il sovranismo, che per Sergio Romano sarebbe «contagioso» (torna la metafora epidemiologica), è definito come «quel particolare nazionalismo eurocritico ed eurofobico» con venature razziste e antisemite, preda di «tribuni del popolo» affamati di potere. Per l’ex diplomatico, insomma, il sovranismo è la versione politica dell’uomo nero presente nelle fiabe per bambini. Anche l’identità viene qui considerata «un concetto nazional-religioso con una evidente connotazione razziale». Insomma, il sovranismo è un po’ il grande calderone del cattiverio mondiale, in cui buttar dentro Salvini e la Le Pen, Trump e Orbán, Putin (ma con riserva) e Narendra Modi. Una specie di Internazionale del Male che incarna ogni bassezza dell’animo umano.

L’antidoto di Sergio Romano

E qual è l’antidoto che Sergio Romano propone per debellare l’epidemia? In realtà non lo dice espressamente, ma la ricetta del medico è sparsa un po’ ovunque tra le poche pagine di questo libello superstizioso: sostegno alla Ue e creazione di uno Stato federale europeo che abolirà tutte le sovranità nazionali, integrazione degli immigrati (che ovviamente hanno sempre giovato all’Europa), rafforzamento del multiculturalismo e via banalizzando. Se dovessi indicare un aspetto positivo di quest’opera, sarebbe solo questo: se il sovranismo può contare davvero su tali avversari – che per pregiudizio ideologico si precludono da soli una comprensione di quello che sta accadendo – allora significa che i sovranisti, per ora, possono dormire sonni tranquilli.

Valerio Benedetti

10 Commenti

  1. Per codesti CIALTRONI il tentare di fare uscire il proprio PAESE, la propria CASA, da una situazione che si avvia sempre di più a diventare di MERA SOPRAVVIVENZA, per non dire che si avvia al NOSTRO MACELLO, è un’ EPIDEMIA?… Gia ci fanno vivere in un autentico LAGER dotato di “moneta circolante solo internamente” , (EURO, n.d.r.), ci caricano di ogni PESO immaginabile, possibile ed IMPOSSIBILE, e NOI saremmo affetti da EPIDEMIA?….. Caro “signor” Sergio, (non la chiamo “romano” perché, almeno per me, i ROMANI, quelli di una VOLTA, n.d.r. , erano ALTRA COSA…), Io penso proprio che la MALATTIA, perniciosa & putrescente, sia costituita da lei e da quelli come lei!… Abituati a vivere in “bolle” alla CAPALBIO ed a mantenere, per i propri porci e meschini INTERESSI, una società glebalizzata e senza speranza. Un distopismo CINICO & CRUDELE. Una “società” estremamente STRATIFICATA e CRISTALLIZZATA, una moderna, ma ORRIBILE riedizione della “società ” Zarista. Con immancabili “sfumature” sovietiche. Ovviamente, al solo uso, consumo & “GODIMENTO” della, da VOI! Tanto disprezzata plebaglia! Definita “razzista & fascista” soltanto perché vorrebbe vivere in pace, sicurezza & prosperità senza essere continuamente caricata di pesantissime, inutili &NOCIVE ZAVORRE dalle “cosiddette” ELITES il cui compito DOVREBBE ESSERE , (Stanno facendo TUTT’ ALTRO!!! n d.r.!), GARANTIRE ed armonizzare la crescita ed il BENESSERE della Nazione TUTTA!!!

  2. Perché definite uno scribacchino “intellettuale” ? solidarietà tra giornalisti ?

    Europa Nazione , alla faccia dello scribacchino , è un antico e Nobile concetto nazista ….. o nazi-fascista , un vero STATO con il rispetto delle
    sovranità dei Popoli-Nazioni , più SOVRANISTA di così …
    La RINASCITA dell’ antico IMPERO . (sui colli fatali o altrove )
    casomai ci mancherebbe il concetto di IMPERO , non avendo un
    imperatore ….

    L’ attuale pastrocchio UE serve solo ai crucchi per spalmare i debiti dell’
    anschluss con l’ est su tutti i partecipanti ….. € compreso .

    Il globalismo …. è una folle idea , utile solo ai turbofinanzieri ….
    -0,0001 % della popolazione , chi ci crede senza guadagno …. come chiamarlo ?
    FESSO ?

  3. Stimato “Commodo” , vorrei una Patria dove persone come lei
    nell’ Agorà o in Parlamento potessero civilmente confrontarsi con chi
    ha le mie stesse folli idee ,….. forse contrapposte alle sue ma , con
    la possibilità di giungere ad una sintesi , e risultati concreti . Non
    come l’ attuale PUTTANAIO che non porta a nulla o peggio DISTRIGGE .
    ILVA , TAV ….

    Purtroppo anche questo giornale parla di minuscoli individui come
    quello che condivide disgraziatamente il mio nome , e protagonista dell’ articolo ….. in positivo ….
    “ha avuto esperienze come diplomatico” ….. e che era ?
    Filippo Anfuso ????????

    prodi per esempio è stato DISGRAZIATAMENTE ai vertici in europa !!!!!!
    (per colpa di romana chiesa massonica)

    Cari saluti
    Sergio

  4. Definire “acuto intellettuale’ codesto odioso figuro mi sembra veramente troppo – romano è lo stesso “intellettuale” che avrebbe smascherato i “falsi protocolli” ossia il documento fondamentale per capire il disegno di egemonia mondiale dell’internazionale ebraica ed è colui che ha scritto una biografia apologetica di Giovanni gentile ovvero il filosofo liberalsocialista che ha cercato di influenzare il fascismo con le sue perniciose idee “sociali” ed idealiste, paramassoniche e antitradizionali

  5. Egregio Sergio, La ringrazio innanzitutto per l’ aggettivo: “stimato” che ha voluto così generosamente attribuirmi. Io sono soltanto un lettore che si sfoga, verbalmente e, quando puo’ , per iscritto, per l’ attuale andazzo planetario a “parti rovesciate ed invertite” che mi fa’, ogni giorno di più, sentire un “sopravvissuto” . Riguardo alle indecenti storture che tutti noi vediamo, denunciamo, mettiamo a fuoco e, quotidianamente, paghiamo sulla nostra pelle, credo di dire un’ ovvietà dicendo che sono le logiche, inevitabili conseguenze di una RESA senza CONDIZIONI. Di una GUERRA PERDUTA. La ” Romana Chiesa massonica” , indubbiamente, ci mette del suo, questo è ovvio. Ma tutto quello che ci capita, dagli sbarchi massivi e PROTETTI dei NEGRANTI, al nostro impoverimento progressivo dovuto a politiche, con ogni evidenza, portate avanti volutamente con i piedi, al solo scopo di nuocere, dal furto quotidiano di SOVRANITÀ ai danni delle Nazioni Caucasiche a GRETINA, viene tutto gestito, programmato e messo in atto dagli U.S.A. . Gli unici che GODONO dell’ ESERCIZIO del VERO POTERE stanno negli U.S.A. . e li usano come “piattaforma di tiro” per colpire e vessare chi vogliono. Il “popolo” Americano costituisce la loro “soldataglia” pressoché inconsapevole. Riescono pure a farci credere che la “triste” situazione europea sia dovuta ad un “fantomatico” asse Franco – tedesco! I tedeschi non possono decidere, ne fare proprio nulla. Ne in Europa, ne da nessun’altra altra parte! Neppure in casa loro! Senza l’ assenso della famiglia dei banchieri che sono i VERI VINCITORI del secondo conflitto mondiale. Anzi! Di più! Sono condannati “ab aeterno” al pentitismo in servizio permanente effettivo, alla vergogna del loro passato e del loro “essere” tedeschi, ed al dover sostenere, volenti o nolenti, la parte dei CATTIVI PER ANTONOMASIA nell’ attuale “teatrino” ad “usum cretini” imposto “urbi et orbi” dai VINCITORI. (Benigni, forse senza volerlo, ne esserne consapevole, chissa… Ha toccato questa AGGHIACCIANTE tematica: ” in questo gioco, LORO fanno la parte dei CATTIVI…” . In questo piu che desolante scenario, ci resta una sola libertà. Quella dei servi: CAMBIARE PADRONE. La libertà, che ci potrà venire durissimamente contestata dal nostro attuale PADRONE. Fino al punto di trasformarci in un VIETNAM. LA “libertà” di trasferirci sotto un altro “ombrello atomico” che ci “protegga” , (in cambio di che?…), Dall’ “imbarbonimento” , dal degrado progressivo e generalizzato, dall’ esproprio di tutto e dall’ estinzione.

  6. Mi sembra ingeneroso addossare tutte le colpe al popolo americano, intendo quello bianco di origine europea e non gli alieni che governano wall street e che svolazzano come degli avvoltoi intorno alla casa bianca e men che meno ai neri incapaci di intendere e di volere _ gli americani non hanno inventato la mafia l’ndrangheta non conoscono il cattocomunismo che regna sovrano da noi sin dalla orrida costituzione del 48, lo statalismo, il penoso assistenzialismo che domina le nostre genti soprattutto al sud, il sindacalismo peloso che uccide le aziende, il buonismo che rigetta ogni sano razzismo – dobbiamo avere il coraggio di vedere ciò che ci circonda senza dover trovare il capro espiatorio negli usa – come insegna anche Ezra pound dai principi ispiratori dei padri fondatori degli usa abbiamo solo da imparare – che poi quello spirito sia stato tradito dallo statalista Roosevelt in poi è un’altra storia ancora tutta da raccontare – ma le loro fondamenta sono sane le nostre sono marce e affondano nella repubblica “nata dalla resistenza” e nel risorgimento massonico

  7. Io non ho assolutamente addossato nessuna colpa al “popolo” Americano. Tranne quella di essersi fatto trasformare, senza neppure accorgersene, in un mero STRUMENTO. Mi sembra di avere scritto chiaramente che, come sta facendo adesso da noi la “nostra” “minoranza governativa” , le potentissime famiglie dei banchieri “di naso” , si sono, a mano a mano, incistate e poi asserragliate in ogni ganglio amministrativo, esecutivo e decisionale. I cosiddetti “WASP” , bianchi, anglosassoni e protestanti, oggi, contano molto poco. Lo si può dedurre da alcuni “miti” oggi messi sfacciatamente in discussione, e, addirittura, mostrificati. Basti per tutti, perché è un’ argomento che, a trattarlo, occorrerebbero perlomeno delle giornate, il mito americano per eccellenza: John WAYNE. Negli anni 60 e 70 era un’ icona fuori discussione e al di sopra di ogni critica, pena, come minimo, l’ accusa di DISFATTISMO. Oggi la progressiva cialtronizzazione del “DUCA” , come uomo e come professionista, è cosa sempre più evidente. In dollaroni, ciò che volevo dire è che i banchieri “di naso” programmano eventi planetari contrari all’ interesse del “popolo” Americano, utilizzando smodatamente le risorse e le vite U.S.A., gridando sfacciatamente ai quattro venti che hanno sacrificato i loro giovani per fare trionfare la democrazia, la “libertà” e il “diritto” contro gli “stati canaglia”. Basti per tutti la volontà di debellare completamente coloro che, in Europa, proponevano, tra le altre cose, una visione ecologica che era tutt’ altro che la buffonata di GRETINA, finanziata e burattinata dal “signor” .Soros, e che volevano una società libera dall’ usura. So perfettamente che la Costituzione Americana ha basi molto sane. Ma, ed e sotto gli occhi di tutti, i banchieri “di naso” stanno portando a termine il loro certosino, (termitico, n.d.r.), lavoro di travisamento, deformazione e distruzione dei valori propugnati dai “Padri Fondatori” .

  8. Verissimo commodo su questo siamo sulla stessa lunghezza d’onda la centrale di wall street ha colpito in primis il popolo americano e poi si è diffusa come una cancrena in tutto il globo terrestre se intendi dire che l’Italia è solo una succursale dello zog di jew York City sono d’accordo con te il popolo americano come tutti i popoli bianchi è la principale vittima del nuovo ordine mondiale sacrificato sull’altare del verbo multirazziale – chissà perché però i fautori di tutto questo i circoincisi con il naso adunco non si mischiano coi goym _ ve lo siete mai chiesto?

  9. È tutto spiegato su di un LIBRO che è ancora più aborrito e “temuto” del “grimorio” lovecraftiano conosciuto ai più come : “NECRONOMICON” . Detto “TESTO” è stato tradotto nella LINGUA di DANTE nel lontano “anni di grazia” 1912, ad opera di Giovanni PREZIOSI, un ex prete di Avellino…..

Commenta