Il Primato Nazionale mensile in edicola

Arezzo, 29 ott – Andrea Scanzi ha tutto il tempo di scrivere baggianate varie ed eventuali su Facebook, poiché risparmia molto tempo nel cercare parcheggi. E questo è assodato. L’ultima sparata del parcheggiatore folle di Arezzo è relativa ai terribili fatti di Nizza, dove un terrorista islamico ha ucciso tre persone nella cattedrale della città. Cos’avrà da dire il giornalista influencer sulla vicenda? Nulla, in realtà, ma un’automarchetta ci sta sempre bene.

Scanzi: “Nizza? Destra vile ci si butterà sopra”

“A questo 2020 terrificante mancavano solo gli attentati efferati” scrive colui che venne schiaffeggiato virtualmente con una mano sola dal vignettista Osho (dimentico del fatto che sempre in Francia, una manciata di giorni fa, è stato decapitato un professore sempre da un islamico). “Gli animi si surriscalderanno ancora di più, la destra più vile si butterà sulla vicenda come il gatto ai budelli (cit) e tutto diventerà ancora più complicato”, sostiene Scanzi. Certo, Andrea, perché la situazione semmai peggiorerà sarà sempre, invariabilmente, per colpa di questi fantomatici “fascisti”, e nel frattempo però anni di liberismo e democrazia hanno portato a due 4 francesi morti al grido di Allah Akbar in nemmeno un mese.

Che tragedia! “Oggi due dirette!”

Poi, come da copione, Scanzi passa all’atto di onanismo social – scommettiamo sempre avendo davanti una sua stessa effige – citandoci Roger Water perché lui è un vero rocker (non come i Negrita, ad esempio) e chiosando, però, con un vecchio di paese: “Che tempi tremendi”. Signora mia, non ci sono più le mezze stagioni. Ma come mai questa riflessione insolitamente vuota e di circostanza, anche per i canoni di Scanzi? Perché in fondo al post c’è la ciliegina sulla torta: “Oggi due dirette! 💥 #AmiciFragili ore 16💥 💥 #ScanziLive ore 19💥”. Eh si, tempi tremendi, quelli dove un influencer fa il giornalista e dopo aver parlato di teste mozzate e di umanità sull’orlo del baratro si autoproclama con una marchetta.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

8 Commenti

  1. Stiamo parlando dello stesso soggetto che alcuni giorni fa ha pronunciato queste parole: ”Godrei nel vedervi morire come mosche”? Ha senso riportare le esternazioni di questo tizio? Pare proprio di no…
    Dovremmo semplicemente accettare il fatto che alcune persone non parlino della stessa realtà alla quale
    si riferisce la maggioranza della gente. Inutile attendersi considerazioni di altro tipo: in sostanza, l’obnubilamento ideologico che li contraddistingue sottopone la realtà quotidiana ad una trasfigurazione tale da renderla irriconoscibile ai più. Non sorprende, dunque, che Monsieur Lerner, ad esempio, veda fascisti ovunque, laddove, come nelle manifestazioni di questi giorni, troviamo in grandissima parte solo cittadini disperati. Tranquillo Lerner, se la realtà non coincide con le tue cazzate ideologiche puoi sempre adeguarla ad esse.

  2. Io vi apprezzo, e molto. Tranne quando date spazio al nulla (indegno di indossare i Ray Ban) come in questo caso. Ecco, in questo caso vi apprezzo di meno.

  3. questo imbecille di giornalista , sarebbe da inviarlo per sempre in siberia, in passato questo soggetto era ed e una zecca cominista

  4. tirare lo sciacquone…da scan. .zare sempre! pagina fb carica do odio e infamie. IL commento sulla Segre, che barba queste cittadinanze onoraria. Onore per il passato, da disprezzare il suo asservimento politico.
    Giardino di Milano per Ilaria Alpi. La lega vota no. Giusto e MILAN HROVATIN no? Lui si che lo merita…anche solo per il nome. Scanzi lechino di Travaglio il vero premier…dove siamo finiti…x la mafia giallo rossa !

Commenta