Ginevra, 5 mar – Solo pochi giorni fa si facevano insistenti le voci di un interessamento del colosso automobilistico cinese Geely per due asset delle galassia italiana Fca: Iveco (a cui sarebbe interessata l’indiana Tata) e Maserati, il marchio con base a Modena ora affidato alla gestione dell’ingegnere tedesco Harald Wester. Ma oggi l’ad di Fca Mike Manley smentisce queste indiscrezioni: “Maserati non è in vendita, ha un incredibile futuro”. 
Geely ha già nella propria “scuderia” già Volvo, Polestar, Lotus e quasi il 10% di Daimler-Mercedes. Il gigante automobilistico cinese è di proprietà del tycoon Li Shufu.

Non solo: Manley conferma anche il piano di investimenti da 5 miliardi per le fabbriche italiane: “Il bilancio non è mai stato così positivo, con ebit record e niente debito”. Tale dichiarazioni sono arrivate nel corso di un incontro con la stampa al Salone di Ginevra. Fiore all’occhiello di questa tendenza positiva sarebbero “le vendite record di Jeep e Ram”. E dunque Manley asserisce: “I target finanziari al 2022 sono confermati”.


Il gruppo Fca ha presentato anch’esso, insieme alle altre case automobilistiche, le sue novità al celebre salone automobilistico svizzero: tra di esse, il concept C-suv Alfa Romeo Tonale (che sarà prodotto nella fabbrica di Pomigliano d’Arco in Campania), il prototipo Fiat della nuova Panda e quello delle nuove versioni ibride di Jeep Renegade e Compass. “C’è chi pensa che Fca sia scettica sull’elettrico. Non c’è niente di più lontano dalla realtà e le presentazioni di oggi lo dimostrano” sostiene Manley.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

1 commento

  1. La pazzia fa parte dell’essere umano………..ma gli eredi dell’avvocato non hanno mai fatto distinzioni o cambiato idea……..un buon affare è sempre un buon affare……..e la Maserati in questo momento è oro purissimo con potenzialità eccezionali nell’ibrido di altissima gamma………no,per ora la Maserati resta dove si trova.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here