Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 dic – Il suo era stato l’ennesimo “video che ha commosso il web”. Parliamo di Keaton, un ragazzino di Knoxville, in Tennessee, il cui sfogo anti-bullismo era diventato virale nelle scorse ore. “Se sono diverso non è colpa mia”, diceva Keaton nel video ripreso dalla madre, “Mi dicono che sono brutto, che non ho amici”. Poi arrivava il racconto delle violenze: “Mi hanno versato il latte addosso e messo il prosciutto nelle tasche”. Il video di Keaton è stato visto 20 milioni di volte in pochi giorni e ha richiamato l’attenzione di star e atleti. Il crowdfunding aperto a sostegno della sua causa ha superato i 60mila dollari. Soldi per fare cosa? Pagheranno i bulli affinché non gli diano più fastidio? Nessuno si era posto il problema, sulle prime, quando quella di Keaton era la causa del momento.



Poi, la doccia fredda: “La mamma di Keaton è una razzista”. L’accusa a Kimberly Jones, autrice del filmato che mostra il figlio in lacrime, arriva da tale Queen Mel, una YouTuber politicamente corretta, che posta una serie di citazioni e immagini con bandiera degli Stati confederati tratta dal profilo della donna. Ed è adesso, solo adesso, dopo questa sconvolgente notizia, che ci si è cominciati a interrogare sulla storia del crowdfuning. Sembra che la pagina “Stand Up for Keaton”, una volta raccolti i 60mila dollari abbia chiuso in fretta e furia i battenti. E solo ora i media cominciano a interrogarsi sul senso di una raccolta fondi contro il bullismo. Prima no, quando era obbligatoria l’emozione, bisognava pagare e basta: sollevare dubbi sarebbe stato di cattivo gusto, forse indice di complicità con i bulli. Ora che emergono presunte simpatie “razziste”, invece, diventa di nuovo permesso indagare su ciò che non torna. Con un retropensiero piuttosto chiaro: con i “razzisti”, o semplicemente con le persone di destra, e con i loro figli, arroganza, prepotenza e “bullismo” sono permessi. Insomma, nulla di novo sotto al sole.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Keaton fatti almeno una foto con la bandiera confederata e le banconote in mano!

    Alla faccia del Corrieree di Repubblica!!

Commenta