Roma, 25 apr – La piena adesione dell’Ucraina all’Ue non sarebbe la strada preferibile, almeno secondo il governo austriaco, come riportato da Agenzia Nova.

Piena adesione dell’Ucraina ad Ue? Meglio la cooperazione, secondo Vienna

Ucraina ed Ue devono avvicinarsi, ma con un modello di cooperazione e collaborazione, piuttosto che con una piena adesione di Kiev al gruppo dei Paesi legati a Bruxelles. È quanto sostiene il ministro degli Esteri austriaco, Alexander Schallenberg, riportato dal dal quotidiano Heute. Schallenberg ha così commentato la questione “A parte l’adesione, un accordo di associazione e la partecipazione allo Spazio economico europeo, andrebbe sviluppato un nuovo modello di cooperazione” e che “devono esserci modelli diversi dalla piena adesione”, come pubblicato anche su RaiNews.  Schallenberg, per dare sostegno alle sue affermazioni, ha citato l’esempio dei Paesi dei Balcani occidentali, per i quali è stato richiesto molto tempo prima di ottenere lo status di candidati all’adesione all’Ue.

Kiev: “Delusi per dichiarazioni austriache”

Da parte del governo di Kiev viene espressa “delusione” per le parole di Schallenberg. Per il portavoce del ministero degli Esteri di Kiev, Oleh Nikolenko, citato dall’agenzia Ukrinform, le affermazioni del ministro degli Esteri austriaco sono “strategicamente miopi e incoerenti con gli interessi di un’Europa unita. Tali dichiarazioni ignorano anche il fatto che la stragrande maggioranza della popolazione dei membri fondatori dell’Ue sostiene l’adesione dell’Ucraina”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Se stiamo all’ arte di spararle grosse, l’ attuale governo ucraino ha pieno diritto di entrare a testa alta in questa Disunione europea. Peccato per tutti che, idealmente, la stragrande maggioranza del popolo vorrebbe anche la Russia dentro ad un Europa, libera, fiera, rispettosa dei buoni, tradizionali e storico-esperienziali contributi di tutti. Armonia, non m. provocatoria esogena continua ovviamente parecchio interessata a mungere grazie ad un “accattivante” indirizzo tecno-scientifico unilateralmente comodo.
    Austria, Ucraina e non solo loro… si sono autocostretti a vivere alla giornata, semplicemente terribile!

Commenta